Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Avviso ai litiganti

Vendite di beni a minor valore:
vige la responsabilità solidale

Se il cedente non ha versato l'Iva, è sufficiente un’obiettiva divaricazione fra il prezzo sostenuto e quello di mercato. Al compratore resta la possibilità di dimostrarne la plausibilità

vendite all'ingrosso

SINTESI: In tema d’Iva, il cessionario, ove sia soggetto passivo di tale imposta, è solidalmente responsabile con il cedente, ai sensi dell’articolo 60-bis del DPR n. 633 del 1972, qualora la cessione, avente ad oggetto i beni individuati dal relativo decreto ministeriale, sia effettuata ad un prezzo inferiore al valore normale degli stessi ed il cedente non abbia versato l’imposta relativa alla cessione effettuata. A tal fine, è sufficiente l’obiettiva divaricazione fra il prezzo sostenuto e quello di mercato, ferma la possibilità per lo stesso cessionario di dimostrare la “plausibilità” del prezzo corrisposto, in quanto analogo a quello costantemente pattuito dal cessionario nelle precedenti transazioni con il cedente, ovvero praticato anche da altri operatori del mercato di riferimento (cfr., in tal senso, Cassazione n. 877/2019).

Cassazione civile – sezione V – ordinanza n. 7082 del 12 marzo 2020 – presidente, Manzon Enrico; relatore, Gori Pierpaolo
Iva – Cessione effettuata ad un prezzo inferiore al valore normale dei beni – Mancato versamento da parte del cedente dell’imposta relativa alla cessione – Il cessionario è solidalmente responsabile con il cedente – E’ sufficiente l’obiettiva divaricazione fra il prezzo sostenuto e quello di mercato – E’ onere del cessionario dimostrare la “plausibilità” del prezzo

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/avviso-ai-litiganti/articolo/vendite-beni-minor-valore-vige-responsabilita-solidale