Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

In Africa più trasparenza fiscale.
Cresce lo scambio di informazioni

Passi in avanti per Africa Initiative, il progetto fondato nel 2014 dai Paesi africani aderenti al Global forum Ocse

Thumbnail

La crescita rapida e continua dello scambio di informazioni consente di contrastare con sempre maggiore efficacia l’evasione fiscale, con decine di milioni di dollari in più entrati nelle casse degli Stati africani. È questa la conclusione principale del rapporto Tax Transparency in Africa 2020, diffuso qualche settimana fa dall’Ocse. Nel continente africano il moltiplicarsi degli scambi di informazioni (EOI, Exchange of information) e l’affermarsi graduale di quelli automatici (AEOI, Automatic Exchange of information) vanno di pari passo con lo sviluppo della consapevolezza politica dell’importanza dei differenti volti della trasparenza fiscale. La partnership Africa Initiative ha continuato a fare veloci passi avanti lungo tutto il 2019 e perlomeno sino allo scoppiare dell’emergenza del Coronavirus. In un agile schedario, il report analizza Paese per Paese i progressi delle 35 nazioni interessate, compresi tre Paesi non membri  del Forum globale sulla Trasparenza e sullo Scambio di Informazioni Ocse (Guinea-Bissau, Angola e Malawi).

Nel continente cresce la rete delle relazioni bilaterali 
Si fa sempre più fitta ed estesa la rete dello scambio di informazioni fra i Paesi africani. L’ammontare complessivo delle relazioni bilaterali ha fatto un balzo da 2.523 a 3.262 nell’arco di un solo anno, fra il 2018 e il 2019, e di quasi il 500% rispetto alle 685 relazioni del 2013. Questo incremento è dovuto principalmente al numero crescente di Paesi aderenti alla Convention on Mutual Assistance in Tax Matters. “L’incremento nello scambio di informazioni – commenta nell’introduzione del Report Victor Harison, Commissario per gli Affari economici dell’Unione Africana – si traduce in un aumento delle entrate fiscali degli Stati. Più Paesi africani possono ora utilizzare lo scambio di informazioni fra nazioni nelle loro verifiche fiscali”. Secondo il rapporto, nel 2019 cinque Paesi africani hanno recuperato 12 milioni in dollari grazie alle richieste inviate. Fra il 2014 e il 2019, grazie allo scambio di informazioni, un gruppo di otto Paesi africani ha potuto recuperare 189 milioni di dollari. Le pratiche di Voluntary Disclosure hanno, invece, permesso alla Nigeria e al Sud Africa di recuperare, rispettivamente, 82 e 296 milioni di dollari. 

Africa Initiative, lente di ingrandimento sulla trasparenza Paese per Paese 
Il rapporto si chiude con un capitolo dedicato all’analisi Paese per Paese, dall’Angola all’Uganda, la presentazione dei progressi fatti dai 32 Paesi di Africa Initiative e da tre paesi non membri che hanno comunque risposto al questionario sulla trasparenza fiscale. Qui il rapporto, fra l’altro, mette in risalto incoraggianti sviluppi sul versante dello scambio automatico di informazioni (AEOI): Il Ghana ha cominciato gli scambi automatici nel 2019, unendosi alle Mauritus, alle Seychelles e al Sud Africa. Ma che cos’è Africa Initiative? Si tratta di un progetto che nasce il 28 ottobre 2014 a Berlino, quando i membri africani del Forum globale sulla Trasparenza e sullo Scambio di Informazioni decisero, per aumentare le risorse per lo sviluppo, di creare un programma incentrato sul continente africano: l’Africa Initiative, appunto, progetto potenzialmente esteso a tutti i Paesi africani.

Trasparenza fiscale e Coronavirus, la linea dura di Garde
Questo crescere delle relazioni bilaterali, e del complesso delle pratiche che vanno in direzione di una maggiore trasparenza fiscale dei Paesi africani coinvolti, ha consentito azioni che acquisiscono una importanza ancora maggiore nell’attuale contesto di emergenza pandemica. "L'attuale crisi COVID-19 – commenta così i risultati del Report Maria José Garde, presidente del Global Forum Ocse - metterà fine a qualsiasi tolleranza nei confronti di tutte le forme di evasione fiscale”.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/africa-piu-trasparenza-fiscale-cresce-scambio-informazioni