Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Aliquote Iva: la Commissione Ue
pubblica l’aggiornamento 2013

Pubblicati dalla Taxud i nuovi valori delle aliquote Iva degli Stati membri dell’Unione europea già in vigore

Thumbnail
Diffondere tutte le informazioni relative alle aliquote Iva in vigore negli Stati membri dell’Unione europea. E’ questo l’obiettivo “colpito” anno dopo anno dal Rapporto della Taxud sui “Vat rates”. L’aggiornamento descrive, in otto capitoli, tutte le tipologie delle aliquote dell’imposta sul valore aggiunto: standard, ridotte, “parking rate”, inferiori al 5% e “zero rate”. Sono inoltre illustrate le caratteristiche territoriali dell’imposta, con le aliquote Iva applicate in particolari aree geografiche e altre eccezioni regionali.  Chiude il Rapporto una interessante serie di tabelle, che ricostruiscono l’evoluzione storica delle aliquote Iva nei Paesi membri dell’Unione europea.
 
Novità e classifica delle aliquote ordinarie
Anche quest’anno l'Ungheria si piazza in cima alla classifica degli Stati europei per l'aliquota Iva standard più elevata: il 27%. Al secondo posto, con 25 punti percentuali, si confermano la Svezia e la Danimarca. Al terzo posto, il gruppo dei 24 punti dal 1° gennaio raddoppia: dal 1° gennaio 2013 alla Romania si affianca la Finlandia, che aumenta l’aliquota Iva ordinaria di un punto percentuale.  A seguire Grecia, Irlanda, Polonia e Portogallo, che applicano l'aliquota Iva standard al 23%. Folto anche il gruppo dei paesi che fissano lo “standard rate” al 21%: Belgio, Lituania, Italia, Spagna, ai quali si aggiungono la Lettonia - l’unico paese ad aver tagliato l’aliquota Iva ordinaria nel corso del 2012 - la Repubblica Ceca, che aumenta il rate di un punto dal 1° gennaio 2013 e la coppia Olanda-Spagna, Paesi in cui nello scorso anno l’aliquota Iva standard ha compiuto un balzo in avanti, rispettivamente, del 2% e del 3%. Fermo al 20% lo “standard rate” per  Austria, Bulgaria, Estonia, Slovenia, Repubblica Slovacca, Regno Unito. Completano il quadro la Francia (19,6%), la Germania (19%), Malta e Cipro, Stati membri in cui l’aliquota Iva ordinaria è fissata al 18%. In coda alla classifica, con lo “standard rate” al 15%, il Lussemburgo.
 
Aliquote Iva per categorie di prodotti e servizi
Il sesto capitolo del rapporto è dedicato a illustrare le aliquote Iva applicate negli Stati membri per ogni categoria di prodotti o di servizi: dalle bevande ai tabacchi, dai servizi telefonici agli e-books. Il testo tiene conto di tutte le variazioni apportate negli ordinamenti nazionali degli Stati membri nel rispetto della normativa dell’Unione europea.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/aliquote-iva-commissione-ue-pubblica-laggiornamento-2013