Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Australia: procedura in tre fasi
per accordi su transfer price - 2

Una procedura più snella e semplificata è quella decisa dal Fisco con un nuovo, recente provvedimento

Thumbnail
L'Australian Taxation Office (ATO), ha pubblicato un nuovo provvedimento (practice statement law administration PS LA 2015/4, che sostituisce il precedente del 2011) relativo alla procedura APA (Advance Pricing Arrangement) o in italiano, accordi preventivi sui prezzi di trasferimento.
 
Semplificazione e snellimento della procedura
Tra i cambiamenti più significativi va rilevato lo snellimento della procedura che passa da una articolazione in cinque fasi a una in tre fasi: fase 1 - early engagement; fase 2 - APA application; fase 3 - monitoring compliance.
 

La prima fase del procedimento
Durante la prima fase il personale dell'Amministrazione tributaria è impegnato nel costruire il rapporto di collaborazione con il contribuente, essenziale per l'intero processo al fine di raggiungere i risultati desiderati da entrambe le parti.  Nel costruire questo tipo di rapporto, è necessario che le attese del contribuente e dell'Amministrazione vengano, quanto più possibile, allineate. Nella fase di early engagement il team APA: illustra la procedura;  fornisce un feedback alla richiesta di APA; valuta se il contribuente debba essere invitato o meno a presentare formale istanza, pianifica con il contribuente un programma di azione, uno per la presentazione della richiesta di APA, e un altro per la conclusione dell'APA stesso.
Più in dettaglio, i sotto passaggi della fase di early engagement sono tre: triage, discussioni preliminari, APA request review workshop.
Nella sotto fase “triage” vengono identificati eventuali ostacoli materiali alla sottoscrizione dell'accordo da parte dell'ATO. Se necessario, il team APA può richiedere ulteriori informazioni al contribuente.
Nelle discussioni preliminari con il contribuente vengono esaminati differenti possibili approcci per il trattamento fiscale dei rapporti transfrontalieri oggetto di istanza e gli eventuali problemi collaterali che possono emergere.
Durante le discussioni preliminari, il team APA deve: confermare il perimetro dell'APA, classificare l'APA (unilaterale, bilaterale o multilaterale) e individuarne una durata appropriata,  riesaminare la struttura globale del gruppo e il ruolo del soggetto\i australiani coinvolti all'interno della catena globale del valore; identificare il metodo appropriato di determinazione dei prezzi di trasferimento, individuare e confermare eventuali problemi collaterali ed eventualmente discutere con il contribuente  l'approccio maggiormente idoneo per affrontare e risolvere tali problemi (per esempio, il rollback dell' APA per periodi d'imposta precedenti a quelli previsti dall'accordo stesso).  
Nella terza sotto fase della fase 1 (APA request review workshop) viene deciso se invitare o meno il contribuente a presentare una formale domanda di APA ed in caso positivo, il team APA concorda con il contribuente un piano per il completamento della procedura dopo la presentazione della formale istanza. 
Una volta che il contribuente accetta l'invito dell'ATO a presentare una richiesta formale, ha inizio la seconda fase della procedura (APA application).
 
La seconda fase del procedimento
In questa seconda fase (articolata nelle tre sotto fasi: analisi e valutazione, negoziazione e accordo) il team APA analizza criticamente la richiesta del contribuente, esamina la documentazione e valuta l'analisi di comparabilità presentata. Alla fine di tale fase, viene redatto un documento con la posizione iniziale dell'ATO con cui avviare negoziati.
 
La terza e ultima fase
Nella terza ed ultima fase (monitoring compliance), ci si occupa del controllo di conformità dei termini e delle condizioni dell'accordo sottoscritto dalla amministrazione finanziaria e dal contribuente.
Il contribuente è tenuto a predisporre annualmente un report (cd. Annual Compliance Report) per ogni periodo d'imposta coperto dall'accordo. L' Annual Compliance Report contiene i risultati effettivi conseguiti nell'anno di riferimento e ha l'obiettivo di dimostrare la conformità dei prezzi di trasferimento praticati con i termini dell' APA. L'attività di controllo del team APA comprende sia il controllo delle assunzioni critiche (che non si siano verificate) sia del rispetto dei termini dell'accordo.
 
 
 
2 – fine.
La prima puntata è stata pubblicata il 27 novembre
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/australia-procedura-tre-fasi-accordi-transfer-price-2