Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Australia, sull'Apa program resi noti i risultati 2008-2009

Il report contiene una overview delle procedure bilaterali e multilaterali concluse alla data del 30 giugno 2009

Thumbnail
Lo scorso agosto l'Ato ha emanato il report intitolato "Advance pricing arrangement program 2008-2009 update" (consultabile al sito http://www.ato.gov.au/) che contiene una overview delle procedure Apa concluse al 30 giugno 2009. Come chiarito nel TR 95/23 "Income Tax: transfer pricing - procedures for bilateral and unilateral advance pricing arrangements", secondo l'Australian Taxation Office i vantaggi per il contribuente nel richiedere un Apa sono i seguenti: may provide solutions to situations where there is no realistic alternative way of both avoiding double tax and of ensuring that all profits are correctly attributed and taxed; provides certainty on an appropriate Tpm for the taxpayer and therefore enhances the predictability of tax treatment of international transactions; substantially reduces or eliminates the possibility of double taxation in the future; limits costly and time consuming examinations of major transfer pricing issues which may arise as a result of a future transfer pricing audit and lessens the possibility of protracted and expensive litigation; and places the taxpayer in a better position to predict costs and expenses, including tax liabilities. Durante il 2008-2009 sono stati conclusi in totale 29 Apa, bilaterali e multilaterali, con le Amministrazioni di Danimarca, Giappone, Nuova Zelanda, Regno Unito e USA. Al 30 giugno 2009 lo status delle procedure era il seguente:

  30 giugno 2008 30 giugno 2009
Pre-lodgement stage 20 15
Lodged and in progress 23 – includes 23 bilateral 39 – includes 30 bilateral


Fonte: Ato - Advance pricing arrangement program 2008-2009 update

Secondo la definizione fornita dal TR 95/23 un bilateral Apa "is an arrangement between a taxpayer, the Ato and one or more foreign tax authorities. The Apa relates to the treatment for income tax purposes of a taxpayer's related party transactions, agreements or arrangements between those tax jurisdictions (…)".  Per converso "(…) Where the Apa process does not involve or require agreement with the foreign tax authority or involves a country with whom Australia does not have a Dta, the subsequent agreement, arrangement or determination is referred to as a unilateral Apa (…)".

Le tipologie di Apa
Gli Apa conclusi sono relativi a transazioni intercompany poste in essere da: distributori e marketers; service providers; manufacturers e IP owners; società finanziarie. Tali transazioni hanno avuto ad oggetto beni materiali, IT software e hardware, prestazione di servizi, esportazioni di metalli e minerali, acquisizioni o licenze di beni immateriali, prestazione di garanzie, servizi finanziari e operazioni in valuta.

 

Type of dealing Primary dealings              All dealings
Tangible property                21                      21
Intangible property                 3                       5
Services                 5                      14
Total completed                    29  


Fonte: Ato - Advance pricing arrangement program 2008-2009 update

Con riferimento ai metodi utilizzati per la determinazione del transfer pricing, il Transactional Net Margin Method si conferma essere il metodo maggiormente utilizzato dai contribuenti.
Si ricorda che, ai fini della verifica dell'arm's length principle, l'ordinamento australiano prevede, oltre al Tnmm, i seguenti metodi: confronto del prezzo (Cup); metodo del prezzo di rivendita (resale price); metodo del costo maggiorato (cost plus); profit split. Una descrizione dettagliata delle suddette metodologie è contenuta nel Tr 97/20 denominato "Income tax - arm's length transfer pricing methodologies for international dealings".

Crisi finanziaria e Apa
Il report dell'Australian Taxation Office ha inoltre evidenziato che la recente crisi finanziaria ha avuto un impatto molto limitato sugli Apa conclusi e su quelli già in essere. Di conseguenza soltanto in casi sporadici è stato necessario procedere a una revisione delle critical assumptions, considerando che gli effetti della crisi sono diversi tra settori industriali. L'Ato ha rilevato che soprattutto nella fase di pre-lodgement per le transazioni inbound, le performances economiche dell'Australia sono state migliori rispetto a quelle di altri Paesi.
Nelle situazioni caratterizzate da particolare incertezza sulle assunzioni da formulare per il periodo di validità dell'Apa, l'Amministrazione finanziaria australiana ha rilevato che i contribuenti hanno richiesto un periodo di validità dell'accordo più limitato rispetto a quello usuale. In altri casi l'Ato ha rilevato la tendenza dei contribuenti a procrastinare l'applicazione dell'Apa a periodi caratterizzati da maggiore certezza e dalla possibilità di formulare della assunzioni ragionevoli.
A fronte di quanto precede, l'Ato ha invitato i contribuenti a utilizzare un approccio flessibile nella selezione e applicazione delle metodologie per determinare il transfer pricing. In tali circostanze, i contribuenti possono fare riferimento a quanto contenuto nell'allegato E del citato Tr 97/20 (consultabile al sito http://www.ato.gov.au/).
 

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/australia-sullapa-program-resi-noti-risultati-2008-2009