Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Canada: un bonus ad hoc pensato
per le famiglie a basso reddito

Sono i due aggettivi utilizzati dal governo per definire la nuova misura che debutta dal primo luglio

Thumbnail
Il nuovo beneficio, che sostituisce il Canada Child Tax Benefit (Cctb), il National Child Benefit Supplement (Ncbs) e l’Universal Child Care Benefit (Uccb), consiste in una somma esentasse che le famiglie riceveranno mensilmente. L’importo che il contribuente avrà dipenderà dal numero di figli fiscalmente a carico e dal reddito familiare. In particolare, le famiglie potranno beneficiare di 6.400 dollari all’anno per ciascun figlio al di sotto di sei anni; 5.400 dollari annui, invece, sono destinati per ciascun minore con età compresa tra i 6 e i 17 anni. Le famiglie con un bambino disabile riceveranno, invece, una cifra aggiuntiva di 2.730 euro.
 
Una misura che fa la differenza
Il più importante intervento di politica sociale degli ultimi anni. Con queste parole l’Agenzia delle Entrate canadese ha presentato il Canada Child Benefit, il nuovo bonus fiscale, introdotto dalla legge di Bilancio 2016, che debutterà il prossimo mese di luglio.  Un aiuto concreto a sostegno delle famiglie con figli al di sotto dei 18 anni.
A prescindere da numero, condizione ed età dei figli, i nuclei familiari con un reddito inferiore a 30mila euro annui riceveranno l’importo massimo del bonus fiscale.  Per quelli, invece, con un reddito superiore a 65mila dollari, il beneficio si ridurrà progressivamente.
 
Le modalità per richiederlo
Come fare per ricevere la somma spettante? I contribuenti che fruiscono già dell’Universal Child Care Benefit o del Canada Child Tax Benefit non devono presentare nessuna richiesta formale per accedere allo sconto fiscale, ma devono aver comunque presentato la dichiarazione per il 2015. I pagamenti che il Fisco effettuerà da luglio 2016 a giugno 2017, infatti, terranno conto dei redditi dell’anno scorso.
Chi invece non ha mai ricevuto i bonus, ma possiede i requisiti per fruire del nuovo beneficio, deve registrarsi presso il sito dell’Agenzia delle Entrate. Sempre online, è disponibile un software che permette di calcolare l’importo del beneficio spettante. Il sito del Fisco canadese, inoltre, offre la possibilità di registrarsi con un proprio account, per ricevere via email la notifica dell’avvenuto pagamento del bonus.
I contribuenti riscuoteranno le somme spettanti ogni 20 del mese, a partire da luglio, direttamente sul proprio conto corrente bancario.
 
Dieci anni di bonus fiscali per le famiglie canadesi
Semplice, tax free, e, rispetto ai benefit precedenti, più consistente e maggiormente tarato sulle esigenze delle famiglie a basso reddito. Questi i punti cardine della campagna informativa che il Fisco canadese ha messo in campo per promuovere il nuovo bonus. Una campagna informativa a tutto tondo che usa diversi canali per arrivare ai contribuenti: dallo spot pubblicitario al sito dedicato, senza tralasciare i social media, come Twitter e YouTube su cui l’Agenzia delle Entrate è presente con un proprio canale istituzionale.
Attraverso un video illustrativo, l’Agenzia delle Entrate fa sapere che nel 2017 i bambini che nel Paese vivono in situazioni di povertà saranno 300mila in meno rispetto al 2014 e che circa 9 famiglie su 10 riceveranno somme più consistenti rispetto al passato grazie al nuovo bonus.
Il Canada Child Benefit rappresenta un nuovo punto messo a segno dal ministro delle Entrate, Diane Lebouthillier, la cui politica fiscale si è mossa sul solco dei suoi predecessori. È dal 2006, infatti, che il Governo canadese, con l’introduzione dell’Universal Child Care Benefit Act, interviene in modo incisivo per aiutare le famiglie, con un ventaglio di incentivi fiscali che spaziano dagli aiuti alle spese per attività artistiche, culturali, ricreative o di sviluppo per i propri figli  a quelle di iscrizione alle attività sportive.
 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/canada-bonus-ad-hoc-pensato-famiglie-basso-reddito