Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Canada: una finanziaria sottotono
ma novità in luce per i contribuenti

Il governo attribuisce un ruolo di primo piano alla leva fiscale per difendere l’imprenditoria e le famiglie

Thumbnail
Una finanziaria “sottotono”. Così è stata definita la legge di bilancio 2014 varata nei giorni scorsi dal governo. Eppure, dal sostegno alla crescita e al mercato del lavoro al finanziamento delle infrastrutture, dalle misure fiscali a favore delle famiglie al mantenimento di bilancio, il Canada’s Economic Action Plan per il 2014 presenta delle importanti novità per contribuenti e imprese.
 
Il Fisco in primo piano
Il Governo di Ottawa attribuisce un ruolo di primo piano alla leva fiscale per rilanciare il mercato imprenditoriale e la tutela delle famiglie. Dal 2008 al 2014 è stata ridotta la pressione fiscale sulle imprese di circa 60 bilioni di dollari con l’obiettivo di creare posti di lavoro. Le misure adottate hanno permesso di rendere il tessuto imprenditoriale canadese tra i più competitivi al mondo. Per il 2014 è prevista una riduzione dell’imposizione fiscale e degli oneri amministrativi per le piccole e medie imprese, semplificando in particolare gli adempienti fiscali a cui sono soggette. Il Piano prevede, infine, l’obbligo per il ministro delle Finanze di riferire ogni anno al Parlamento in merito alle misure fiscali adottate dal Governo, affinché i contribuenti canadesi possano conoscere lo stato reale di attuazione delle novità fiscali che li riguardano.
Per quanto riguarda le famiglie, dal 2006 il Governo canadese ha introdotto circa 160 agevolazioni fiscali a loro vantaggio. I nuovi benefici hanno permesso un taglio fiscali medio per famiglie di circa 3.400 dollari e un incremento del 10% del loro reddito. Per il 2014 il progetto è di continuare a mantenere basso il livello di pressione fiscale e migliorare l’offerta di agevolazioni. A tutela delle famiglie sarà aumentato il credito fiscale per le adozioni e quello relativo ad alcune spese mediche; sarà introdotto, inoltre, il Search and Rescue Volunteers Tax Credit per quei cittadini che prestano volontariato per garantire la sicurezza collettiva..
 
Lavoro per tutti
Il piano d’azione per il 2014 per il lavoro e la crescita prevede numerosi interventi. Le nuove misure si inseriscono in un contesto economico che dal 2006 continua costantemente a crescere: il Canada vanta l’aumento del reddito procapite più alto nei paesi del G7 e negli ultimi sette anni ha creato più di un milione di posti di lavoro. Per quest’anno, l’azione del Governo si concentrerà sul Canada Job Grant, creato con lo scopo di raccordare l’offerta e la domanda di lavoro. Sono previsti, inoltre, ingenti investimenti in programmi per facilitare l’accesso nel mondo del lavoro dei lavoratori più anziani e dei cittadini disabili (con uno stanziamento rispettivamente di 75 e 15 milioni di dollari) e la creazione di nuove intership con le aziende per favorire l’inserimento professionale dei più giovani. Il Governo di Ottawa ha stanziato anche un investimento di oltre 500 milioni di euro per il settore automobilistico, l’agricoltura e l’attività mineraria. In agenda anche finanziamenti statali cospicui nel settore della ricerca, dell’innovazione e delle infrastrutture pubbliche (in quest’ambito attraverso la creazione di un nuovo Building Canada Plan).
 
Azione sul piano internazionale
L’Economic Plan, infine, sottolinea l’impegno del Governo assunto per il 2014 sul fronte internazionale. La parte finale del documento presenta, infatti, delle indicazioni sugli impegni adottati in ambito Ocse in merito all’Action Plan on Base Eroison and Profit Shifting (Beps) approvato dai membri del G20 nel luglio 2013 per contrastare l’evasione fiscale internazionale.
Il piano d’azione del 2014 detta le regole anche in materia di Facta (Foreign Account Tax Compliance Act), l’accordo firmato il 5 febbraio scorso tra il Governo di Ottawa e gli Stati Uniti in base al quale gli istituti finanziari canadesi dovranno comunicare all’Agenzia delle Entrate informazioni fiscali su cittadini statunitensi che detengono conti correnti o altri rapporti finanziari presso di loro.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/canada-finanziaria-sottotono-ma-novita-luce-contribuenti