Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Canada, il Fisco una leva strategicaper fronteggiare la congiuntura

Presentato ieri dal ministro delle Finanze il pacchetto di misure in linea con l'action plan elaborato dal governo

Thumbnail

Aumento della soglia minima di reddito su cui il contribuente è tenuto a pagare le imposte che passa da 9.600 a 10.320 dollari, delle detrazioni d'imposta sul reddito da lavoro, sgravi fiscali per famiglie, anziani e imprese. Per queste ultime i tagli fiscali si aggirano nell'ordine dei 20 miliardi di dollari e, a partire dal 2008-2009, saranno spalmati nell'arco del prossimo quinquennio. Sono alcune delle novità contenute nel pacchetto di misure che il governo ha deciso di adottare per far fronte alla congiuntura economica internazionale, stimolare l'economia, costruire una solida base per la crescita e la creazione di posti di lavoro. L'insieme degli interventi predisposti è stato presentato ieri dal ministro del Reddito nazionale, Jean Pierre Blackburn, e recepisce a pieno le indicazioni contenute nel piano economico d'azione (action plan) elaborato dal governo il 27 gennaio scorso. L'obiettivo dell'esecutivo è tutelare l'economia dai rischi della recessione, garantire la crescita del prodotto interno lordo e la salvaguardia dei posti di lavoro. Il piano si muove lungo le linee direttrici di cinque punti cardine: politiche di sostegno al reddito familiare, interventi per incentivare l'edilizia residenziale, realizzazione di nuove infrastrutture per stimolare gli investimenti anche nel settore ambientale, azioni di sostegno alle imprese migliorando l'accesso al credito e rafforzando nel complesso il sistema finanziario. Nel corso dei prossimi due anni sono previsti interventi per 40 miliardi di dollari a sostegno dell'economia.

Il quadro macroeconomico
Il Canada, secondo i dati macroeconomici esibiti dal governo nell'action plan, è stato l'unico Paese del G7 ad avere un saldo positivo di crescita sia nel secondo che nel terzo trimestre 2008 mentre il deterioramento delle condizioni economiche si è fatto sentire meno nel quarto trimestre rispetto agli altri Paesi. Il Canada può anche contare su alcuni punti di forza. Il sistema finanziario che unitamente a quello bancario risulta meno sovraesposto rispetto ad altri Stati coinvolti nella crisi finanziaria. La condizione finanziaria delle famiglie e delle imprese è più solida rispetto alla maggior parte dei Paesi industrializzati. Una situazione in parte dovuta al fatto che il mercato dei mutui immobiliari in Canada non è stato sottoposto a quegli eccessi che hanno caratterizzato altri Paesi. Ciò significa che il livello di esposizione delle famiglie e dei bilanci delle imprese è inferiore rispetto ad altre realtà. Infine la gestione del bilancio dello Stato è strutturalmente solida.

Il confronto con altri Paesi
Il contesto economico continua ad essere incerto con rischi ancora elevati per le prospettive mondiali dell'economia. E se Stati Uniti, area euro e Giappone registrano significativi livelli di contrazione del prodotto interno lordo, anche le prospettive di crescita globale del Fondo monetario internazionale per il 2009 sono state riviste al ribasso dal 2,2 allo 0,5 per cento (World Economic Outlook Update).

Le iniziative dell'Agenzia delle Entrate
Negli ultimi anni gli sforzi compiuti dal Fisco canadese si sono concentrati proprio sull'informazione e l'assistenza nei riguardi del contribuente. Tra le iniziative di rilievo figurano il Community Volunteer Income Tax Program e il Quick Access. Il primo si caratterizza per l'impiego dei volontari del fisco che, a distanza di 35 anni dalla loro prima comparsa sul territorio, rappresentano oggi a pieno titolo una valida struttura parallela, in grado di supportare efficacemente l'Amministrazione finanziaria nell'attività di assistenza fiscale nei riguardi dei contribuenti. Il Quick Access è invece un nuovo servizio che, alla pari di un bancomat, offre a tutti i contribuenti la possibilità di visualizzare in tempo reale tutte le informazioni sulle dichiarazioni fiscali, lo stato dei pagamenti, i crediti e i debiti vantati nei riguardi del fisco, la situazione previdenziale.
 

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/canada-fisco-leva-strategicaper-fronteggiare-congiuntura