Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Canada: stretta su evasione
e ok a sgravi fiscali alle imprese

Sono le due principali indicazioni contenute nel piano di azione economica messo a punto dal governo per il 2013

Thumbnail
Il governo canadese Harper ha deciso di investire ben 30 milioni di dollari nella lotta all’evasione fiscale e agli schemi aggressivi di elusione fiscale per cinque anni e creare un team dedicato per attuare le misure contenute nel piano d’azione economica 2013. Le Entrate avranno, quindi, una maggiore capacità di controllo dell’evasione e dell’elusione fiscale. Il Piano di azione economica canadese per il 2013 è un piano intenzionalmente a basso impatto fiscale, con cui il governo intende mantenere il controllo sulla spesa; introduce, fra le altre cose, un’iniziativa audace e innovativa di formazione professionale, il progetto infrastrutturale più a lungo termine nella storia del Canada e una notevole quantità di nuovi investimenti per supportare la produzione industriale e l’innovazione tecnologica nel paese.

30 milioni di dollari di investimento
Infatti, 15 miliardi di investimento saranno indirizzati a creare nuovi sistemi necessari affinchè l’Agenzia delle Entrate canadese possa ricevere report dalle banche e da altri intermediari finanziari relativamente a trasferimenti internazionali di fondi pari a 10mila dollari o più, gli altri 15 milioni, invece, serviranno a riassegnare i fondi delle Entrate utili a portare nuove risorse dedicate all’audit che tratteranno temi legati all’adempimento spontaneo internazionale e alla raccolta delle entrate tributarie identificate come alcune delle misure delineate nel Piano d’Azione Economico 2013. Queste iniziative saranno in grado di incrementare l’abilità delle Entrate canadesi per quanto riguarda il controllo, l’investigazione e la ricerca di casi di evasione fiscale internazionale e schemi aggressivi di elusione fiscale. 

Più poteri all’Agenzia canadese delle Entrate
Le misure annunciate nel piano d’azione economica 2013 includono, ad esempio, il lancio del nuovo programma contro l’evasione fiscale internazionale che contribuirà ad un rafforzamento dei poteri dell’Agenzia delle Entrate canadese. Inoltre,il piano prevede che le istituzioni finanziarie e gli altri enti che abitualmente trasmettono le informazioni relative ai trasferimenti elettronici internazionali di fondi, superiori ai 10mila dollari al centro di analisi dei report e transazioni finanziarie, le inviino anche alle Entrate canadesi.

Agevolazioni per le aziende
Il piano stabilisce anche che il governo fornirà 1,4 miliardi di sgravi fiscali alle imprese manifatturiere grazie all’estensione biennale degli ammortanti accelerati degli investimenti in conto capitale, cioè per nuovi investimenti in macchinari e attrezzature.  Questo sgravio fiscale permetterà alle aziende manifatturiere di accelerare e ampliare gli investimenti in macchinari e attrezzature diventando più efficienti. Il governo sta inoltre investendo 110 milioni nell’arco di cinque anni per aumentare il supporto alle piccole imprese familiari e nei settori agricolo e ittico , aumentando l’esenzione  permanente dalla tassa sui redditi da capitale (Lifetime Capital Gains Exemption) portandola a 800mila dollari per il 2014 e legando il nuovo limite all’inflazione. 

 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/canada-stretta-evasione-e-ok-sgravi-fiscali-alle-imprese