Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Cile: un modello esportabile
che fa scuola in tutto il mondo

A ricordarlo il responsabile del Fisco nazionale in occasione di un recente vertice internazionale del CIAT

Thumbnail
Il Servizio delle Imposte Interne del Cile (SII) si è affermato in tutto il mondo come modello di riferimento per le Amministrazioni fiscali. Un profilo avanzato che, nel corso degli anni, a partire dal 2003 da quando è stato messo a punto il progetto per la fatturazione elettronica, ha suscitato l’attenzione di diversi Paesi che, a più riprese, hanno avanzato richieste di incontri e programmato visite e interventi. L’obiettivo è assimilare e fare proprie le esperienze dell’Amministrazione fiscale cilena in diverse aree dell’attività istituzionale.



Un impegno che parte da lontano
Gli aspetti più rilevanti e i processi che generano il maggiore interesse da parte delle Amministrazioni fiscal-finanziarie e delle istituzioni economiche, ha sottolineato l’attuale vice direttore del SII, Alejandro Burr, in occasione di un recente incontro con la stampa specializzata e con i rappresentanti del Centro interamericano delle Amministrazioni fiscali (CIAT), riguardano i progressi raggiunti in campo gestionale. In particolare nel settore della fatturazione elettronica, degli adempimenti fiscali semplificati, i servizi offerti dal portale Mipyme, l’attenzione e l’assistenza nei riguardi dei contribuenti, le procedure di revisione in aree specifiche come l'Iva e l'imposta sul reddito, i diritti dei contribuenti e l’infrastruttura tecnologica.
 
L’importanza dello scambio di esperienze
Un esempio di gestione che secondo l’attuale vice direttore del SII “permette di condividere criteri, esperienze e modi di lavorare”. Tra gli ultimi incontri organizzati vi è il seminario di scambio a livello regionale tenutosi a Santiago del Cile tra l'8 e il 10 ottobre "la tassazione delle grandi Imprese", co-organizzato da GIZ , CIAT e SII e al quale hanno partecipato rappresentanti di Amministrazioni fiscali provenienti da una decina di Paesi, Europa compresa.

La fattura elettronica
Il Cile è stato pioniere in questo settore di sviluppo quando nel 2003 ha iniziato a implementare la fatturazione elettronica attraverso un piano pilota realizzato con otto aziende e registrando un costante aumento dopo l'introduzione di questo  sistema. Di particolare interesse per i visitatori, i numerosi vantaggi di questo strumento per ottenere miglioramenti nei processi aziendali e ridurre i costi di fatturazione per le imprese. Un profilo tecnico e gestionale avanzato che ha permesso, ad oggi, che più di 75mila contribuenti abbiano optato per questa modalità.

Il portale Mipyme
In questa stessa area l'attenzione delle delegazioni è stata catturata dalle caratteristiche e dalle potenzialità di ulteriore sviluppo offerte dal Portale Mipyme.
All'interno di questo sistema gratuito fornito dal Servizio delle Imposte Interne del Cile  è possibile inviare e ricevere le fatture,  note di credito, di debito e altri documenti d’ufficio. Inoltre l'utente può gestire  direttamente tutte le informazioni relative ad acquisti e vendite così come l'accesso ad altre applicazioni disponibili come ad esempio gli adempimenti fiscali semplificati e la contabilità nel suo insieme.
 
America latina e Asia in pole position
Soltanto quest’anno l’Amministrazione finanziaria cilena è stata oggetto di approfondimento da parte delle delegazioni di Indonesia, El Salvador, Messico, Corea del Sud, Vietnam e Guatemala, alle quali si aggiungeranno, proprio in questo mese, quelle di Uganda e Bolivia. Le visite sono patrocinate dal Centro interamericano delle Amministrazioni fiscali (CIAT), dall'Agenzia di cooperazione internazionale della Repubblica federale di Germania (GIZ), dal programma regionale di cooperazione tecnica della Commissione europea per la coesione sociale in America Latina (EUROsociAL) e da istituzioni come la Banca mondiale per le quali il SII è diventato un punto di riferimento per i considerevoli risultati ottenuti in campo gestionale. Recentemente  il Servizio delle Imposte Interne del Cile  è stato interpellato dall’ ATAF, African Tax Administration Forum per collaborare a uno studio, in cui il Cile sarà incluso come un caso di successo in questo ambito, sulle best practices in materia di tassazione delle piccole e medie imprese.

Scambio di esperienze e best practices
Il Servizio delle Imposte Interne del Cile è degno di nota per la partecipazione agli incontri internazionali nel corso dei quali sono evidenziati i progressi e i risultati raggiunti nei vari settori e per l'organizzazione di seminari che coinvolgono funzionari dell'istituzione nel  normale orario di lavoro. Anche in questo caso l’obiettivo è mantenere un contatto permanente con organizzazioni nazionali e internazionali per favorire la trasmissione di conoscenze e di buone pratiche contribuendo a rafforzare lo sviluppo permanente delle attività di cooperazione globale.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/cile-modello-esportabile-che-fa-scuola-tutto-mondo