Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Cina, sugli Apa prevalgonogli asset non finanziari

A evidenziarlo è il Rapporto presentato dal Fisco alla fine dell'anno sugli accordi sottoscritti dal 2009 al 2010

Thumbnail
Il 30 dicembre 2010 l'Amministrazione finanziaria cinese (State Administration of Taxation - Sat) ha emanato il primo Apa Report. Il Report del Sat ha evidenziato che nel periodo 2005-2009 sono stati siglati 53 Apa, di cui 41 unilaterali (pari al 77,36%) e 12 bilaterali (pari al 22,64%).


Anno APA unilaterali APA bilaterali APA multilaterali Totale
2005 13 1 0 14
2006 10 0 0 10
2007 7 3 0 10
2008 6 1 0 7
2009 5 7 0 12
Totale 41 12 0 53


La tabella mostra una tendenza a una diminuzione nel corso del periodo esaminato degli Apa unilaterali; il 2009 è stato il primo anno in cui sono stati siglati più Apa bilaterali: tale dato indica la tendenza dei contribuenti a risolvere le (potenziali) controversie relative al transfer pricing in modo bilaterale ed eliminare i fenomeni di doppia imposizione con la procedura amichevole prevista dalle convenzioni contro la doppia imposizione.
Nel periodo in oggetto, la Cina ha concluso 9 Apa bilaterali con Paesi asiatici, 1 con il Nord America e 2 con Paesi europei.
Con riferimento alla tipologia di transazioni contemplate dagli accordi si rileva che il 62% degli Apa conclusi è relativo all'acquisto/vendita di beni materiali, cui seguono le transazioni relative agli intangibles e alla prestazione di servizi. Nessun Apa ha riguardato transazioni di natura finanziaria.


APA conclusi
Tipologia di transazione Numero di APA %
Acquisto/vendita di beni materiali 42 62%
Trasferimento di beni immateriali 13 19%
Prestazione di servizi 13 19%
Financing 0  
Totale 68 100%



Per ciò che concerne i metodi utilizzati il Transactional net margin method (Tnmm) risulta essere il metodo riconosciuto nel 60% degli Apa conclusi, seguito dal cost plus method (concordato in 15 degli Apa conclusi). Poca rilevanza assumono gli altri metodi previsti dall'ordinamento cinese come il Comparable Uncontrolled Price (Cup) - utilizzato solo in quattro casi - e il profit split method (utilizzato in 2 casi). Nessuno degli Apa conclusi ha contemplato l'applicazione del resale price method. Gli indicatori di profitto (profit level indicator - pli) più utilizzati sono il return on sales (presente in 20 casi)  e il full cost mark up (presente 15 casi).

La procedura
Gli APA (Advanced Pricing Agreements) sono stati introdotti nell'ordinamento cinese nel corso del settembre 2004. La procedura prevede le seguenti fasi:

  • prefiling conference: prima di avviare la procedura, il contribuente può incontrare in modo informale il SAT al fine di presentare per iscritto le proprie osservazioni in merito ad alcuni aspetti relativi al transfer pricing quali i termini e le condizioni dell'accordo, le informazioni e la documentazione da presentare, le informazioni relative ai soggetti coinvolti nelle transazioni, alle operazioni poste in essere, all'analisi di comparabilità, ai metodi per la determinazione dei prezzi di trasferimento. L'Ufficio è tenuto a fornire una risposta scritta al contribuente entro i 20 giorni successivi alla richiesta. In caso di risposta positiva (ergo, il SAT ha valutato positivamente la fattibilità dell'accordo), l'Ufficio procede ad inviare al contribuente la notifica relativa all'apertura formale della procedura. Nella fase intercorrente tra la notifica e l'avvio della procedura, sia il contribuente che l'Amministrazione finanziaria possono decidere di terminare il procedimento;
  • formal application: entro tre mesi dalla notifica di avvio del procedimento, il contribuente deve inviare per iscritto la richiesta formale di APA
  • review/evaluation: entro cinque mesi dal ricevimento della richiesta formale di APA e dall'invio della relativa documentazione predisposta dal contribuente, l'Amministrazione finanziaria procede alla valutazione della domanda;
  • negotiation: entro trenta giorni dalla conclusione della procedura valutativa, l'Amministrazione finanziaria avvia con il contribuente le fasi relative alla negoziazione dell'accordo;
  • signing of the APA: entro trenta giorni dal raggiungimento dell'accordo sul draft APA i rappresentanti di entrambe le parti procedono alla firma dell'agreement. L'APA rimane in vigore per due/quattro periodi di imposta.

Durante il periodo di validità dell'Apa il contribuente è tenuto a predisporre un annual report da inviare al Sat entro quattro mesi dalla fine di ogni periodo di imposta. L'Amministrazione finanziaria procede al monitoraggio degli Apa, mediante verifiche compiute ogni sei mesi volte ad appurare il rispetto dei termini, la veridicità delle informazioni contenute nei documenti e nell'annual report, l'accuratezza delle metodologie di calcolo a supporto del metodo selezionato.
Qualora si verifichino cambiamenti suscettibili di influenzare i termini dell'accordo il contribuente è tenuto ad informare l'Amministrazione finanziaria entro 15 giorni, specificando in dettaglio l'impatto da essi prodotto.
L'Apa non è automaticamente rinnovabile e il contribuente deve presentare richiesta di rinnovo entro 90 giorni dalla scadenza dell'accordo in vigore.




 

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/cina-sugli-apa-prevalgonogli-asset-non-finanziari