Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Cuba: bene la riscossione
meno la tax compliance

Pubblicata la rilevazione periodica sulla fiscalità generale che evidenzia punti di forza e criticità del sistema

Thumbnail
Incremento della riscossione ed elevato livello di indisciplina da parte dei contribuenti. Sono i due dati di rilievo che emergono dalla rilevazione periodica dell’Amministrazione fiscale e relativo alle dichiarazioni dei redditi e al pagamento delle imposte per il 2014. Un adempimento che coinvolge milioni di cittadini e che, come da consuetudine consolidata, ha avuto inizio dai primi di gennaio.
 
Incremento della riscossione ed elevato livello di inadempienza
Il documento pubblicato dalla ONAT (Oficina Nacional Tributaria), diffuso dai maggiori media nazionali, evidenzia due elementi di rilievo. Il primo riguarda l'incremento della riscossione che, nel 2014, ha superato, rispetto al 2013, gli 800 milioni di pesos. Il secondo riguarda, invece, l’elevato livello di infedeltà e di inadempienza fiscale. In particolare, sottolinea la rilevazione, le maggiori discrepanze riguardano documenti con reddito dichiarato minore del reale, mancata dichiarazione del reddito, evasione fiscale totale. A questi fenomeni, ricorda l’Amministrazione fiscale nel documento, sarà prestata maggiore attenzione nel corso del 2015.
Nel 2015, secondo le cifre ufficiali diffuse, il 93% dei cittadini ha ottemperato all’obbligo di dichiarazione mentre hanno raggiunto quota 5.300 i contribuenti che non hanno adempiuto al dovere fiscale.
 
Il settore dei lavoratori autonomi
Dai dati pubblicati emerge anche che l’Amministrazione finanziaria cubana ha effettuato più di 16mila controlli che hanno portato a riscuotere debiti per 110 mln di pesos e che il 92% delle dichiarazioni ricevute è stato sottoposto a rilevazione puntuale. A questo aggiungasi che è stato raggiunto il 94% di presentazioni di dichiarazione giurate e che soltanto 9.835 contribuenti (pari al 7%) hanno dovuto presentare una dichiarazione integrativa da liquidare, per maggiore importo dovuto, presso gli sportelli bancari. Il 70% dei contribuenti che ha accettato l’opzione del pagamento anticipato (entro il 28 febbraio) delle imposte ha usufruito del bonus del 5%  mentre il 60% dei contribuenti controllati ha presentato dichiarazioni non regolari.

Tasse di circolazione e utili delle imprese
Sul fronte delle tasse di circolazione soltanto il 57% delle persone fisiche ha correttamente effettuato il versamento. 13.819 versamenti, che rappresentano il 98% del potenziale, sono stati compiuti da persone giuridiche. In termini numerici hanno usufruito del bonus per il pagamento anticipato delle imposte il 62% delle persone fisiche ed il 65% delle persone giuridiche. A fronte di un potenziale di 2.826 contribuenti le dichiarazioni giurate sugli utili percepiti presentate sono state il 97%, cinque punti superiore all’anno precedente
 
Punti salienti della campagna di dichiarazione e riscossione per il 2015
L’ Onat ha evidenziato i tratti salienti della campagna di comunicazione per aiutare i contribuenti a onorare l’impegno con il Fisco. Si va dall’invio della documentazione fiscale necessaria ai contribuenti ad una serie di comunicazioni con cui il l’Amministrazione ha ricordato che tutte le dichiarazioni giurate saranno ricevute presso la ONAT mentre il pagamento dell'imposta dovrà avvenire sempre attraverso il sistema bancario. E questo senza dimenticare alcune novità introdotte nell’anno in corso come le nuove facilitazioni per la presentazione delle dichiarazioni giurate, il controllo del 100% delle dichiarazioni presentate, la ricezione degli atti a rettifica tramite la notifica degli uffici municipali che permetterà ai contribuenti di correggere la dichiarazione.
 
Il modello di dichiarazione giurata
La dichiarazione giurata è il documento ufficiale tramite il quale vengono dichiarati sotto la propria responsabilità civile e penale gli introiti ottenuti nell’esercizio fiscale in liquidazione. Dai guadagni totali sono autorizzati dalla legge n.113 del sistema fiscale alcuni abbattimenti, tra i quali: l’esenzione minima prevista di diecimila pesos; gli oneri deducibili autorizzati per l'esercizio dell'attività; il totale dei tributi pagati associati all’attività, i costi per locazione di beni ad entità statali autorizzate.
 
Risultati dei controlli e obiettivi per il 2015
Nel 2014 sono state controllate quasi 140mila dichiarazioni giurate. Dai dati pubblicati dall’Onat emerge che circa il 60% dei contribuenti ha presentato dichiarazioni insufficienti, cioè ha dichiarato meno introiti di quelli effettivamente realizzati. L’Amministrazione, una volta rilevata l’inadempienza, ha provveduto a contattare i contribuenti e li ha invitati a correggere la dichiarazione e circa la metà ha accolto l’invito per la rettifica
 
Gli obiettivi per il 2015
La campagna 2015 continuerà ad essere un processo equo, legale e trasparente e dovrà superare i risultati della stagione precedente, con una migliore disciplina e con un maggiore impegno di ogni contribuente nell’adempiere al suo dovere di dichiarare correttamente.
L’Amministrazione tributaria continuerà a promuovere la cultura fiscale e contemporaneamente ad acquisire maggiori entrate destinate a finanziare la spesa pubblica, tenendo in considerazione l'importanza e la quantità dei costi in termini di politica sociale.
Nel documento l’Onat sottolinea che per il secondo anno consecutivo saranno controllate tutte le dichiarazioni di imposta sul reddito delle persone fisiche dei lavoratori autonomi mano a mano che verranno presentate. Le dichiarazioni di artisti, creativi, comunicatori sociali, disegnatori e personale che lavora in filiali estere saranno controllate al termine del periodo di presentazione, ovvero dopo il 30 aprile. I lavoratori autonomi riceveranno tramite telegramma una notifica di avvenuto controllo della dichiarazione, anche se non soggetta a rettifica. In caso di rettifica i lavoratori autonomi potranno correggere la propria dichiarazione:  entro il 30 aprile senza sanzioni e interessi, successivamente a questa data saranno invece conteggiati così come sarà calcolata l’imposta supplementare.
 
Regime sanzionatorio e diritti dei contribuenti
Come previsto dalla legge, i contribuenti che non rispettano l'obbligo di presentare la dichiarazione giurata entro il termine stabilito e che hanno presentato dichiarazioni con dati infedeli, saranno sanzionati dall’Amministrazione tributaria. Il contribuente ha il diritto di contestare qualsiasi atto dell’Amministrazione rispettandone le garanzie. I reclami possono essere presentati con un ricorso in primo grado presso gli uffici ONAT del proprio Municipio e, in caso di risposta negativa, potrà essere presentato un ricorso in appello presso l’ufficio provinciale, previo pagamento di diritti.
 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/cuba-bene-riscossione-meno-tax-compliance