Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Ecofin: frodi, Iva e finanza manovra a tenaglia

Attenzione concentrata su una serie di misure capaci di favorire il coordinamento operativo tra Stati

Thumbnail

Tra gli argomenti discussi durante il vertice dei ventisette ministri delle Finanze Ue ieri a Lussemburgo, alcune novità anche per l'agenda fiscale comunitaria. Il Consiglio ha esaminato uno schema di direttiva che rafforza la cooperazione amministrativa tra i diversi Stati nel campo della tassazione diretta, conferendo al Comitato dei rappresentanti permanenti l'incarico di supervisionare i lavori tecnici sull'argomento in vista del meeting che si terrà a Bruxelles il prossimo 17 novembre. A fronte di un aumento della mobilità dei contribuenti e delle transazioni cross-border, la direttiva mira a combattere le frodi e l'evasione fiscale attraverso la reciproca assistenza amministrativa tra i Paesi membri. In particolare, l'attenzione dei ministri Ue si è concentrata sull'adozione di misure che favoriscano lo scambio di informazioni su determinate categorie di redditi e capitali.

Iva e reverse charge
Novità anche sul fronte Iva: l'Ecofin ha concesso l'autorizzazione a Austria, Germania e Italia ad applicare il meccanismo del reverse charge al settore della telefonia mobile e dei dispositivi elettronici (e ai loro accessori) fino al 31 dicembre 2013. La stessa possibilità è stata prorogata per la Gran Bretagna (dove già esisteva) fino alla medesima data.

Tassazione del sistema finanziario
Infine, i 27 ministri hanno approvato un report sulla tassazione del sistema finanziario, che sarà presentato al Consiglio Europeo in programma il 28 e il 29 ottobre. Il report, richiesto in giugno dal Consiglio, suggerisce, in merito alla tassazione sulle banche, di definire una politica di coordinamento a livello europeo dei prelievi fiscali introdotti da diversi Paesi membri, per evitare un eccessivo carico su istituti finanziari che operano in più Stati. Sul tema della tassazione del mercato finanziario, il report fa riferimento alla comunicazione della Commissione emanata ai primi di ottobre. Il documento della Commissione propone l'introduzione di una tassa sulle attività finanziarie (Taf) finalizzata a incrementare le entrate dell'Unione e a garantire maggiore stabilità al sistema finanziario. L'idea è di tassare utili e compensi di banche e altri istituti finanziari.
 

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/ecofin-frodi-iva-e-finanza-manovra-tenaglia