Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Finlandia: nella legge di stabilitàle novità conquistano spazio

Il Parlamento ha approvato la Finanziaria per il 2011. Confermate le proposte presentate nel 2010

Thumbnail

Il ministro delle Finanze il 28 luglio scorso aveva manifestato l'intenzione di ridurre il livello di tassazione dei redditi da pensione sì da allinearli con quelli da lavoro dipendente. Le nuove previsioni sono state proposte a settembre.

Sale il credito d'imposta sul reddito
Innanzitutto è stato innalzato il credito di imposta dichiarato che passerà da 650 a 740 euro. Attualmente è computato in percentuale nella misura del 5,2% del reddito percepito netto che eccede i 2.500 euro ma non trova applicazione per i redditi da pensione. La percentuale salirà dal 2011 al 5,9%.

Deduzioni per i pensionati
Per i pensionati è prevista una specifica deduzione in relazione alla tassazione municipale e nazionale. In relazione alla tassazione nazionale la deduzione passerà dal 3,78% al 3,8%. I contribuenti che dichiarano, ai fini dell'imposta municipale, un ammontare che non eccede una certa soglia, possono ottenere una ulteriore deduzione di pari importo. Si tratta, in sostanza, di una sorta di no tax area. Attualmente la soglia è fissata a 2.200 euro ma sarà innalzata a 2.250 euro.
Infine è stato ridisegnato lo schema per aliquote progressive dell'imposta nazionale.

 

Reddito imponibile (EUR) Imposta sulla soglia inferiore (EUR) Aliquota sull’eccedenza (%)
15,600 – 23,200 8 6.5
23,200 – 37,800 502 17.5
37,800 – 68,200 3,057 21.5
oltre 68,200 9,593 30.0



Come emerge dalla tabella, il livello di tassazione sembra inferiore a quello italiano. In realtà un ruolo non marginale lo giuocano le imposte municipali. I Paesi scandinavi sono noti per il livello di tassazione particolarmente elevato a causa della presenza di un forte stato sociale. Le imposte municipali si attestano sul 30%. Infine, in relazione alla tassazione delle persone fisiche, è stato innalzato da 3 a 5 anni il periodo di compensabilità delle minusvalenze con i capital gain.

Novità in tema di accise e altre imposte
Novità sono previste anche in tema di accise. A settembre era stato proposto l'innalzamento dell'accisa sui dolci, la cioccolata e i gelati da 0,045 euro al kg a 0,095 euro al kg. Alla fine è stata prevista una misura del 0,075, misura originariamente prevista anche per le bevande non alcoliche e le acque minerali. Queste ultime, fino al 2010, erano esenti.

Dalle auto alle lotterie
Dal 1° marzo 2011 è prevista un' imposta sulle autovetture per trasporto di passeggeri, la cui misura è connessa alle emissioni di anidride carbonica. È previsto anche un inasprimento dell'imposta sulle vincite da lotteria che passerà dall' 8,25% o 9,5% previsto nel 2010 a seconda dell'organizzatore, alla misura standard del 10%. 

Novità anche in materia di Iva
In primo luogo è confermata anche per il 2011 l'aliquota ridotta del 9% per servizi dei parrucchieri e di piccole riparazioni. L'aliquota ridotta era originariamente prevista solo fino al 31 dicembre 2010. Ricordiamo che in Finlandia l'aliquota ordinaria Iva si attesta sul 23%. Inoltre è stata innalzata la soglia sotto la quale non si applica l'Iva nell'ipotesi di autoconsumo relativamente ai servizi di costruzione. La soglia passa da 35 a 50mila euro.
 

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/finlandia-nella-legge-stabilitale-novita-conquistano-spazio