Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Francia: in tre anni 40 misure
per il rilancio delle imprese

L’Amministrazione doganale ha messo a punto un piano che combina controllo di rischio e flusso di scambi

Thumbnail
Il nuovo piano dell’Amministrazione doganale francese prevede l’applicazione di 40 misure di sostegno alle imprese. Il progetto si inscrive nel quadro di attuazione del nuovo codice doganale dell'Unione europea che entrerà in vigore il primo maggio 2016. Tre gli obiettivi che si propone di raggiungere: sviluppare una serie di attività logistiche in Francia relative a operazioni di sdoganamento; permettere alle piattaforme logistiche francesi di conquistare maggiori quote di mercato a livello internazionale; ritagliare alla Francia un ruolo di rilievo nello scacchiere del commercio mondiale.
 

Semplificazione e ottimizzazione
Il piano, pur mantenendo gli scambi a un elevato livello di sicurezza, coinvolge tutte le componenti dell'Amministrazione doganale. L’obiettivo è semplificare e ottimizzare le procedure, ridurre costi e tempi di sdoganamento e aiutare le aziende a una migliore integrazione nel mercato mondiale. Un percorso di innovazione e adattamento a un ambiente in continua evoluzione. Inoltre, con lo sviluppo di un trattamento differenziato per le aziende con requisiti certificati (AEO), viene ribadito da parte dell’Amministrazione doganale il sostegno alle aziende operanti nel settore del commercio internazionale.
 
Procedure adeguate alle esigenze di competitività
Le imprese del settore hanno sottolineato che si tratta di un impegno lodevole da parte dell’Amministrazione ma, per alcuni versi, non sufficiente. In un prospettiva futura, occorrerà intervenire sul fronte logistico anche per preparare tutti gli attori della catena di approvvigionamento agli sviluppi del commercio internazionale, offrendo procedure adeguate alle esigenze di competitività. L’obiettivo è creare ricchezza e nuovi posti di lavoro.
 
Alcune delle misure decise
Nell’ambito del quadro complessivo delle misure, alcune di quelle proposte riguardano interventi sulla piattaforma tecnologica come la procedura di liquidazione attraverso un sistema informatico di sdoganamento centralizzato, la creazione di un account dedicato per i grandi gruppi del commercio internazionale, l'interconnessione del sistema informativo doganale. Altri interventi riguardano, invece, l’informazione e la formazione come la creazione di un numero di telefono unico dedicato agli operatori economici che hanno necessità di interfacciarsi con gli operatori doganali, il rafforzamento del sistema delle consulenze nei riguardi degli operatori, l’istituzione di una rete di consulenza alle imprese sulle normative doganali, l’elaborazione di un piano di formazione doganale per le aziende, la creazione di forum specializzati e tra Amministrazione doganale e imprese.
 
Controllo del rischio e flusso degli scambi
L’Amministrazione doganale francese è oggi una importante pedina di accelerazione del processo di crescita economica del Paese e delle aziende, dato che partecipa direttamente allo sviluppo delle aree regionali in termini di attrattività. La nuova strategia proposta, che si svilupperà nel prossimo triennio,  ha il pregio di combinare il controllo del rischio e il flusso degli scambi.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/francia-tre-anni-40-misure-rilancio-delle-imprese