Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Giappone: tre lacune da colmare
tra cui il Fisco. A dirlo è l'Ocse

Pubblicato un nuovo Rapporto che passa in rassegna le novità, le misure di politica economica e le cose da fare

giappone_bandiera nazionale
Ottimi i risultati della recente politica economica, ma il sistema fiscale nipponico è ancora poco equo, la spesa pubblica è troppo elevata e il debito nazionale rimane tra i più alti al mondo. Queste, in sintesi, le principali considerazioni emerse nell’Economic Survey 2017 che l’Ocse dedica al Giappone.

Abeconomics ok ma c’è ancora molto da fare
Tagliare la spesa e aumentare le entrate tributarie, attraverso una maggiore tassazione su consumi, redditi da capitale ed emissioni inquinanti. Questa in poche parole la ricetta proposta dall’Ocse al Paese del Sol levante. Sebbene, infatti, l’Abeconomis, il progetto di riforma varato dal Primo ministro Shinzō Abe nel 2013 con l’obiettivo di rilanciare l’economia del Paese, abbia incentivato la crescita e l’occupazione, la spesa pubblica è ancora molto alta, tanto che il debito nazionale, pari al 219% del Pil nel 2016, è il più elevato tra quelli dei Paesi Ocse.

Le debolezze dell'economia nipponica
Il Report passa in rassegna alcune delle principali debolezze dell’economia nipponica, in primis la forte dicotomia all’interno del mercato delle imprese tra quelle di grandi dimensioni e le medio-piccole. Queste ultime garantiscono impiego al 60% degli occupati giapponesi, ma presentano un livello di produttività nettamente più basso rispetto a quelle più grandi. Per incentivare la produttività delle Pmi, l’Ocse indica due strade, la prima è quella di promuovere la spesa per ricerca e sviluppo, anche attraverso l’introduzione di incentivi fiscali e di un credito d’imposta ad hoc. Anche se, infatti, il Giappone presenta nell’area Ocse uno dei livelli più alti di spesa in questo settore, gli investimenti sono principalmente concentrati nelle grandi aziende. La seconda via da seguire per sostenere la produttività delle Pmi è quella di ridurre gli oneri fiscali a loro carico, soprattutto quelli relativi all’avvio dell’attività d’impresa.
 
Il Fisco nipponico sotto la lente d’ingrandimento
Secondo il Report, la recente riforma del sistema fiscale ha avuto un effetto limitato sulle disuguaglianze di reddito.
Così come già indicato nell’Economic Survey del 2015, l’Organizzazione con sede a Parigi ribadisce anche quest’anno che per ridurre la povertà e promuovere l’occupazione il Governo dovrebbe introdurre un credito d’imposta sui redditi da lavoro. L’imposta sul reddito delle persone fisiche, inoltre, è bassa, con un’aliquota al 19% contro la media Ocse del 24%. Ciò deriva dal fatto che una larga parte del reddito è esente da tassazione. Ridurre l’area no-tax per i redditi più elevati dovrebbe essere, secondo il Report, una priorità per il governo giapponese, perché renderebbe il sistema fiscale più progressivo e, di conseguenza, più equo. Al tempo stesso, dovrebbe essere incrementata l’imposizione sui capital gain e sui dividendi, con un’aliquota al 25%. Infine, suggerisce l’Ocse, andrebbe aumentata anche la tassa sulle successioni.
 
L'incremento dell'Iva
Il report evidenzia come sia urgente anche un incremento dell’imposta sul valore aggiunto che, con un’aliquota dell’8 per cento, è tra le più basse dell’area Ocse. Negli ultimi anni il Governo ha cercato di portarla per bene due volte al 10%, fallendo. Al momento, il tanto agognato aumento è previsto per il 2019, anno in cui dovrebbero entrare in vigore anche delle aliquote differenziate.
 
Fisco e ambiente
Sul fronte della fiscalità ambientale, l’Ocse evidenzia come il Giappone abbia compiuto alcuni passi avanti, grazie soprattutto all’aumento della tassa già esistente sul petrolio in tre step (2012,2014 e 2016). Nonostante questo, il report sottolinea come nel 2014 le tasse ambientali rappresentassero solo l’1,5% del Pil, rimanendo tra le più basse dell’area Ocse e, comunque, molto al di sotto della soglia necessaria per generare un effettivo aumento delle entrate tributarie del Paese.
 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/giappone-tre-lacune-colmare-cui-fisco-dirlo-e-locse