Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Global Forum: un portale ad hoc
per un’area di scambio più solida

Da qualche mese è online il network che mette a disposizione degli operatori una vasta gamma di informazioni

Thumbnail

Il portale dello scambio di informazioni in materia tributaria, raggiungibile all'indirizzo web, è un'iniziativa del Global Forum sulla trasparenza e sullo scambio di informazioni ai fini fiscali. Conformemente al mandato ricevuto dal G20 nel 2009, il Global Forum è attualmente impegnato a verificare, tramite un processo di "peer review", se e in che misura le amministrazioni fiscali dei vari Stati e territori scambiano informazioni in conformità con gli standard internazionali. Questi ultimi prevedono lo scambio di informazioni su richiesta nel caso in cui tali informazioni sono "verosimilmente pertinenti" (foreseeably relevant) per l'amministrazione o l'applicazione delle leggi interne della giurisdizione che formula la richiesta. Perché lo scambio di informazioni sia effettivo, è necessario che le informazioni (i) siano disponibili all'interno della giurisdizione interessata, (ii) possano essere ottenute dalle autorità fiscali e (iii) lo scambio sia giuridicamente previsto da appositi meccanismi (di norma, accordi internazionali). Il processo di peer review svolto dal Global Forum esamina sia gli aspetti normativi e regolamentari dello scambio ("fase 1"), sia il modo in cui lo scambio di informazioni viene attuato in pratica ("fase 2"). Il portale sullo scambio di informazioni rende disponibile per la consultazione il testo integrale di tutti i rapporti pubblicati (a oggi 59) e tiene traccia dello sviluppo dei peer review, così come delle modifiche adottate dalle giurisdizioni in risposta alle raccomandazioni formulate dal Global Forum.


Il portale e gli accordi fiscali
Oltre ad essere parte integrante del processo di peer review, il portale ha il pregio di mettere a disposizione degli operatori, gratuitamente e in forma aggregata, una vasta gamma di informazioni sugli accordi fiscali conclusi dagli Stati (convenzioni contro le doppie imposizioni, Tax Exchange Information Agreement - "TIEA" - accordi multilaterali). Una volta concluso il processo di peer review, il Portale darà accesso a tutti gli accordi fiscali contenenti clausole per lo scambio d'informazioni conclusi dai 105 membri del Global Forum. Già adesso, è possibile consultare - ed eventualmente scaricare - il testo integrale degli accordi conclusi dalle giurisdizioni (ad esempio, l'Italia o la Svizzera).


Le informazioni contenute nel portale
Più in generale, il portale elenca, per ciascuno Stato o territorio membro del Global Forum, gli accordi conclusi, la tipologia, la data di firma e di entrata in vigore (se possibile) e la conformità dell'accordo con gli standard internazionali. Gli accordi che permettono lo scambio d'informazioni, in conformità agli standard internazionali, sono segnati in verde. Gli accordi "rossi", invece, sono quelli che non consentono uno scambio di informazioni adeguato sia a causa di problemi legati al testo dell'accordo, sia per restrizioni allo scambio derivanti dalle norme interne di una delle parti contraenti (o di entrambe). Gli accordi in grigio sono quelli tra giurisdizioni che non sono state ancora analizzate dal Global Forum e per i quali, quindi, allo stato non è possibile esprimere un giudizio ("unreviewed"). Anche gli accordi conclusi con giurisdizioni che non sono membri del Global Forum sono considerati "unreviewed" e quindi segnati in grigio.


Il confronto col passato
Oltre alla lista ragionata degli accordi conclusi, per ciascun Paese è possibile visualizzare il rapporto di peer review, se già adottato, e le informazioni precedentemente fornite dalla giurisdizione interessata al Global Forum e confluite nel rapporto Tax Co-operation 2010: Towards a Level Playing Field. Il confronto tra l'autovalutazione effettuata dalle giurisdizioni nel 2010 e gli esiti dei peer review effettuati dal Global Forum consente di misurare, per ciascuna giurisdizione, l'entità e la rapidità dei progressi effettuati. Si ricordi, al riguardo, che soltanto negli ultimi due anni sono stati conclusi più di 700 accordi bilaterali contenenti una clausola sullo scambio di informazioni fiscali.


Gli altri documenti
Oltre alle schede dei singoli Paesi, sul Portale sono disponibili tutti i documenti rilevanti per il processo di peer review, incluso il calendario delle revisioni, la metodologia adottata e i criteri di valutazione concordati dal Global Forum. Recentemente, è stato pubblicato sul portale anche il rapporto del Global Forum presentato ai Leader del G20, dove si analizzano in forma sintetica e comparata i risultati delle prime 59 peer review.


URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/global-forum-portale-ad-hoc-unarea-scambio-piu-solida