Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Irlanda e Portogallo uno e due.
Risultato rovesciato per le entrate Ue

L’ultimo bollettino relativo ai dati internazionali di gettito ribalta le posizioni degli undici mesi del 2014

Thumbnail
L’Irlanda, dopo l’ultima ottima performance registrata in ottobre, si conferma in testa davanti al Portogallo e Spagna con un risultato che è l’esatto opposto di quello dello scorso anno. Sul fronte Iva la Spagna conquista il palmares davanti a Portogallo e Irlanda. A indicarlo è l’ultimo aggiornamento dei dati internazionali di gettito pubblicato oggi sul sito del Df e relativo ai primi undici mesi del 2014.
 
L’Irlanda ancora una volta in testa
L’Irlanda ancora una volta non condivide con nessuno degli altri rivali il risultato e mantiene la posizione di testa con il tasso di crescita più elevato e una variazione positiva da inizio anno dell’8,5%. Una crescita, anche in questo caso sostenuta, come la definisce il bollettino del Df, che sconta l’incremento registrato sul fronte della tassazione delle persone fisiche (+12,3%) e di quelle giuridiche (+4,6%). Il Portogallo segue a distanza (+6,2%) e, nel periodo di riferimento, fa segnare un tasso di variazione tendenziale del 6,2% che riflette, in termini cumulati, l’aumento del gettito di imposte dirette (+6,4%) e indirette (+6%).
 
A Spagna e Germania il bronzo e il legno
Gli iberici recuperano il differenziale negativo di gennaio e si classificano al terzo posto (+4,3%) a conferma del trend positivo registrato negli ultimi sei mesi. Al risultato hanno contribuito tanto le imposte dirette con un aumento del gettito del 2,2% quanto quelle indirette con un 6,7%. La Germania conquista invece il quarto posto (+3,4%) con un aumento di 16,6 mld di euro rispetto allo stesso periodo del 2013.
 
Chiudono la classifica Regno Unito e Francia
Nella media del 2013 si classifica il Regno Unito che registra un tasso di variazione del 2,9% in linea con la crescita registrata nei mesi scorsi grazie all’andamento positivo dell’Iva (+4,3%) e alla crescita moderata delle imposte sul reddito e sul patrimonio (+1,1). Fanalino di coda è la Francia che, nel periodo di riferimento, registra una nuova ulteriore flessione (-3,4%) a causa dell’andamento negativo dell’imposta sulle società (-36,1%).
 
La Spagna in testa per gettito Iva come nel 2013
Sul fronte Iva la Spagna, come avvenuto nello stesso periodo del 2013, si conferma davanti con un +8,3% e un tasso di crescita più elevato rispetto agli altri partner europei seguita dal Portogallo (+7%) e dall’Irlanda (+5,6%). A seguire il Regno Unito che scende di una posizione rispetto allo scorso anno (+4,3%) davanti a Germania (+3,5%) e Francia (+2,1%) che confermano l’andamento positivo degli ultimi mesi del 2013.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/irlanda-e-portogallo-e-due-risultato-rovesciato-entrate-ue