Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Lettonia, cambia il regime
per micro imprese e dipendenti

Solo il “lavoratore esclusivo” può accedere alla tassazione agevolata, gli altri contribuenti saranno soggetti a un'aliquota più alta

Thumbnail

Novità per i contribuenti e le micro imprese lettoni. In seguito alle ultime riforme approvate, il tetto del fatturato previsto per questa categoria di imprese è sceso da 100mila euro a 40mila euro. Per le aziende con un fatturato di un importo superiore a questa soglia si applica un'aliquota fiscale più elevata, ma complessivamente sempre più favorevole di quella prevista dal regime generale di tassazione del lavoro.
In praica, i dipendenti che vogliono mantenere lo status di contribuenti di micro-impresa (micro-enterprise taxpayer - MET) devono risultare registrati come dipendenti di una sola micro-impresa. Tuttavia, se un dipendente di una micro-impresa lavora anche per altre, la tassazione aumenterà di un ulteriore 2%, in aggiunta al 15% già previsto. A partire dal 2020, i contribuenti in questa situazione perderanno il loro status di micro-impresa e dovranno cercare uno status alternativo.
Ai proprietari di microimprese è sufficiente controllare lo stato dei propri dipendenti semplicemente chiedendo loro o controllando il database del sito web di State Revenue Service (SRS) dedicato a questo segmento di aziende.
Proprio per informare i MET in merito allo stato di occupazione dei propri dipendenti, State Revenue Service (SRS) ha inviato una notifica a tutti loro già nel febbraio 2018 tramite Electronic Declaration System (EDS). Inoltre, nel 2018, SRS non ha più registrato individui come dipendenti di una specifica micro-impresa nel caso in cui risultassero già registrati altrove.

Come funziona il regime per le microimprese
L'imposta sulle microimprese è una tassa unica, che include i seguenti tributi:

  • contributi statali dell'assicurazione sociale, imposta sul reddito delle persone fisiche, tassa sui rischi aziendali per i dipendenti delle microimprese;
  • imposta sul reddito delle società, se una micro-impresa è conforme alle caratteristiche di contribuente delle imposte sul reddito delle società;
  • imposta sul reddito personale di un proprietario di micro-impresa per la parte di reddito delle attività economiche della micro-impresa.

I requisiti per rientrare nell'agevolazione
La possibilità di diventare una micro-impresa è rivolta a:

  • commercianti individuali;
  • imprese individuali, fattorie e allevamenti ittici;
  • persone fisiche, registrate nello Stato Revenue Service (SRS) come operatori economici;
  • persone che non sono membri della partnership;
  • società a responsabilità limitata.

Per essere ammessi al regime sulle micro-imprese devono sussistere i seguenti criteri:

  • il fatturato annuo non deve superare i 40 000 euro;
  • i membri di una società a responsabilità limitata devono essere solo persone fisiche;
  • i membri del consiglio di amministrazione di una società a responsabilità limitata devono essere solo dipendenti di microimprese;
  • il numero di dipendenti di microimprese in qualsiasi momento non deve superare i cinque (il numero di dipendenti non include i dipendenti assenti o licenziati);
  • il reddito di un dipendente di microimprese non deve superare i 720 euro al mese.

Inoltre, una micro-impresa può ottenere lo status di “contribuente di microimprese” se ha concordato con tutti i dipendenti l'imposizione dell'imposta sulle microimprese per iscritto. Questo accordo può essere incluso nel contratto di lavoro come una disposizione individuale.

Il regime di transizione
Per i contribuenti il cui fatturato annuo per il 2018 o il 2019 è superiore a 40mila euro, ma inferiore a 52mila sono previsti specifici regimi transitori: se un MET ha un fatturato superiore a 40mila euro per le annualità 2016 o 2017, per il biennio 2018 e 2019 non è tenuto a pagare l’aliquota del 20% normalmente prevista per chi sfora la soglia dei 40mila euro.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/lettonia-cambia-regime-micro-imprese-e-dipendenti