Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Ocse: l'ambiente una sfida attuale
ma anche una risorsa per il futuro

Pubblicato dall'organizzazione parigina un nuovo rapporto interamente dedicato alle fonti energetiche rinnovabili

Thumbnail
La crescita di un’economia verde continua a essere una delle priorità fondamentali dell’Ocse. Green Growth and Developing Countries, è il titolo del report, pubblicato nei giorni scorsi, con cui l’organizzazione con sede a Parigi detta ai Paesi aderenti le linee guida in materia di sviluppo ambientale, delineando una strategia di crescita economica basata su un utilizzo più efficiente delle fonti energetiche.

Le due traiettorie indicate dall'Ocse
La politica Ocse in materia ambientale si muove lungo due traiettorie principali: garantire uno sviluppo sostenibile per i Paesi in via di sviluppo, con l’obiettivo di ridurre la povertà, e migliorare la gestione delle risorse ambientali, per fronteggiare la loro progressiva riduzione e i cambiamenti climatici in atto.
Il report Green Growth and Developing Countries individua i risultati da raggiungere nell’ambito di un’economia verde e le strategie più adeguate da mettere in campo. Sono tre i fronti su cui operare: in ambito economico, le direttive Ocse invitano gli Stati membri a garantire una più equa distribuzione del prodotto interno lordo, incrementando la produzione dei settori “verdi” e promuovendo la diversificazione dell’economia.
Sul piano ambientale, la priorità rimane quella di garantire una maggiore efficienza nell’allocazione delle fonti energetiche, incrementando l’utilizzo di risorse naturali rinnovabili.
Ridurre le diseguaglianze sociali, migliorando la qualità della vita e creando nuovi posti di lavoro. Questo, invece, lo scopo principale che un’adeguata politica ambientale dovrebbe raggiungere in ambito sociale.

Le linee di intervento
Il report Ocse individua anche una serie linee di intervento da mettere in campo:
realizzare campagne di sensibilizzazione su tematiche ambientali per favorire l’adozione da parte dei cittadini di comportamenti più responsabili;
indirizzare la ricerca scientifica, l’educazione e la formazione permanente verso questioni ambientali;
fornire maggior sostegno alle imprese per investimenti in nuove tecnologie e comportamenti “ecocompatibili”.

Politiche fiscali ed economia sostenibile
Lo studio condotto dall’Ocse presta particolare attenzione al ruolo che le politiche fiscali giocano nella costruzione di un’economia sostenibile. Il report evidenzia innanzitutto la difficoltà di valutare l’impatto che le tasse ambientali hanno sulle entrate statali, perché spesso la loro introduzione è parte integrante di un pacchetto più ampio di novità fiscali. Gli studiosi dell’Ocse sottolineano, inoltre, come l’introduzione di tasse sull’inquinamento idrico, sull’emissione di anidride carbonica, sul consumo di prodotti energetici possa costituire una valida alternativa alle tasse su lavoro o sul reddito societario.
L’Ocse, inoltre, monitora in modo costante anche lo stato dell’arte delle politiche ambientali nei Paesi aderenti. Ultima, in ordine di tempo, a finire nel mirino dell’organizzazione con sede a Parigi è la Slovenia, a cui è dedicato lo studio Environmental Performance Review of Slovenia, presentato nei giorni scorsi. Il report evidenzia come la crescita di un’economia verde potrebbe incrementare la produttività e la competitività del Paese e sottolinea i passi avanti compiuti sulla direzione giusta dal Governo sloveno. Tra questi, l’abolizione di alcune esenzioni sulle accise e l’obbligo di raccordare la tassazione sui veicoli con l’emissione di anidride carbonica.
Lo studio, pur constatando che nel 2009 le entrate fiscali slovene provenienti dalle tasse ambientali rappresentavano il 9% del totale (una cifra al di sopra della media Ocse), formula trentasei raccomandazioni alla Slovenia, utili per migliorare la propria politica economica ambientale. Tra queste, spicca la necessità di un’adeguata riforma fiscale, seguita da un uso migliore delle finanze pubbliche e private.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/ocse-lambiente-sfida-attuale-ma-anche-risorsa-futuro