Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Ocse, in un report le nuove sfide
per il Fisco post-Covid 19

Più digitalizzazione nel futuro delle amministrazioni fiscali secondo l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico

Thumbnail

L’emergenza legata al Covid-19 ha determinato l’assunzione di nuovi ruoli e responsabilità da parte delle amministrazioni fiscali in tutto il mondo, spesso spinte ad  andare oltre le loro funzioni classiche (come la riscossione delle imposte) per fornire un più ampio supporto ai governi. Questa situazione di emergenza può essere interpretata come un’occasione per affrontare nuove sfide e opportunità per il futuro, tra cui una maggiore rapidità delle decisioni e un miglioramento delle procedure fiscali. Questi scenari vengono illustrati nel quinto report legato alle misure post-pandemia e pubblicato dal Forum on Tax administration dell’Ocse dal titolo Tax administration responses to COVID-19: Assisting wider government.

Dall’assistenza finanziaria all’offerta di servizi: come cambia il ruolo del Fisco
Il nuovo report Ocse distingue i ruoli delle amministrazioni fiscali emersi dopo la pandemia in tre macro insiemi: l’assistenza finanziaria, l’offerta di servizi e la condivisione delle informazioni. In relazione alla prima categoria, l’assistenza finanziaria che prevede sussidi economici del Fisco ai cittadini e alle imprese, l’Ocse consiglia, dato l’enorme numero di potenziali candidati e la necessità di erogare i pagamenti il più rapidamente possibile, di permettere di presentare domanda  online e di ricorrere ai servizi digitali per accelerare le procedure. Per quanto riguarda la seconda categoria, l’offerta di servizi, la sfida principale per le amministrazioni fiscali consiste nel preparare e fornire formazione ai funzionari incaricati che dovranno gestire l’aumento del numero di chiamate ai call center a causa della riduzione degli orari di apertura degli uffici. L’Ocse prende in considerazione anche il fatto che alcune amministrazioni fiscali dovranno riassegnare il personale, ad esempio, ai servizi di emergenza e ad altri dipartimenti governativi per fornire attività di supporto.
Per l’ultima categoria, la condivisione delle informazioni, le amministrazioni tributarie dovranno fornire le informazioni richieste da altre agenzie governative in modo tempestivo, mantenendo allo stesso tempo la riservatezza e la protezione dei dati. La velocità con cui devono essere create nuove procedure per lo scambio di queste informazioni richiede un'attenzione specifica ai potenziali rischi di privacy, alla divulgazione illecita dei dati e ai tentativi di frode. Un’altra sfida chiave nell’ambito della gestione delle informazioni sarà gestire la maggiore frequenza e il formato di raccolta, elaborazione e analisi dei dati.

Cosa portare nel futuro dell'esperienza Covid-19
Le sfide affrontate dalle amministrazioni fiscali durante la crisi Covid-19 e le loro risposte offrono l’occasione per valutare la resilienza di fronte a possibili crisi future (comprese possibili ulteriori ondate di Covid-19) e il funzionamento quotidiano più efficiente delle amministrazioni. La pandemia attuale ha messo a dura prova tutti i sistemi economici, ma può offrire opportunità in numerosi settori come quello della digitalizzazione, nell’ambito del quale alcune amministrazioni fiscali hanno intrapreso un rapido sviluppo di nuovi servizi e strumenti. Le amministrazioni hanno avuto così l’opportunità di rivedere il modo in cui affrontano lo sviluppo digitale in generale e se i metodi più agili possano essere applicati in modo più ampio di quanto non fosse fatto in precedenza. 
La cooperazione con altre agenzie governative è un altro aspetto che potrebbe costituire un’area di miglioramento per le amministrazioni tributarie che potrebbero rivedere i loro attuali processi per coordinarsi con altre agenzie governative e capire come poter collaborare al meglio per migliorare i servizi offerti ai cittadini. 

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/ocse-report-nuove-sfide-fisco-post-covid-19