Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Regno Unito: nella Finanziaria 2013
il Fisco è una leva strategica

Tra le misure contenute nella legge di stabilità il premier britannico indica anche quelle di carattere tributario

Thumbnail
Il premier britannico, David Cameron, nella presentazione autunnale della legge di stabilità del Regno Unito e dei piani economici, è stato piuttosto esplicito. Ha usato parole dirette per presentare le misure contenute nel documento e i due obiettivi che intende raggiungere: incentivare la ripresa economica e ridurre il carico fiscale per i prossimi cinque anni. Ed è a causa di tale provvedimento che, secondo alcune previsioni, il governo britannico non sarà nelle condizioni di raggiungere l'obiettivo della riduzione del debito pubblico prevista per il 2015-2016.
 
Misure per favorire la ripresa economica
Il piano annunciato dal premier prevede una serie di provvedimenti destinati a incoraggiare la ripresa economica. Tra questi una riduzione dell'aliquota sulle imposte dei redditi prodotti dalle aziende al 21% da aprile 2014 e un aumento temporaneo delle deduzioni sugli investimenti. Tra le tante misure anche una riorganizzazione del settore pensionistico che porterà un miglioramento delle entrate fiscali.
Inoltre, il governo continuerà a colpire l'evasione fiscale con norme relative a una serie di disposizioni specifiche che avranno, secondo il premier, un effetto immediato. In sintesi ecco quali sono le principali misure contenute nella legge di stabilità.
 
Lavoro e imposizione fiscale
L'aliquota dell'imposta sulle società sarà ridotta di un ulteriore 1% e si attesterà sul 21% a partire da aprile 2014. Il tasso scenderà dal 24% al 23% nel mese di aprile 2013, come già legiferato, e dal 23% al 21% nel mese di aprile 2014. Tale provvedimento sarà emanato nel 2013 e dovrebbe diventare legge entro la fine del mese di luglio 2013. L'ulteriore riduzione dell'1% fa parte di una serie di misure destinate a favorire gli investimenti nel Regno Unito. Tale provvedimento porterà il Regno Unito ad avere la tassazione del reddito d'impresa più bassa rispetto ai Paesi appartenenti al G7 e la quarta tassazione più bassa per i Paesi appartenenti al G20.
Tra le altre misure finalizzate a incentivare la ripresa economica figurano le seguenti:
  • un aumento della deduzione per gli investimenti (un ammontare pari al 100% degli impianti e macchinari acquistati)  per sostenere le piccole e medie imprese è previsto. Esso sarà aumentato da GBP 25.000 a GBP 250.000 all'anno per un periodo di due anni a decorrere dal 1 ° gennaio 2013;
  • un credito di imposta par al 25% di particolari spese sostenute per le attività che si caratterizzano per l'innovazione. è previsto, a partire dal 1° aprile 2013, La previsione è, tuttavia, soggetta all'autorizzazione dell'Unione europea in quanto potrebbe configurarsi come un aiuto di stato.
 
Interventi per le persone fisiche…
Ciascun contribuente (ad esempio marito e moglie) è  tassato separatamente e beneficia di una deduzione personale che sale da GBP 8,105 a GBP 9,440 dal 6 aprile 2013. Scende tuttavia da GBP 42,475 a GBP 41,450 lo scaglione di reddito al di sopra del quale trova applicazione l'aliquota massima. E' previsto, inoltre, un aumento dell'esenzione per l'imposta sui capital gain che salirà da GBP 10,600 a GBP 11,000 dal 6 aprile 2014 e GBP 11,100 dal 6 aprile 2015.
Si ricorda che l'imposta sui capital gain colpisce i soggetti diversi dalle società con una aliquota variabile tra il 18% ed il 28% a seconda del reddito complessivo e delle plusvalenze realizzate nell'anno in corso.
E' previsto l’aumento di un punto percentuale del primo scaglione dell'imposta di successione che passerà, dal 6 aprile 2015, dagli attuali GBP 325mila ai GBP 329mila.
Si ricorda che, a differenza dell'Italia, l'imposta si successione è molto alta e può raggiungere anche il 40%.
 
… e per combattere l'evasione fiscale
Il premier ha annunciato ulteriori incisivi provvedimenti per contrastare in modo efficace l'evasione fiscale. In particolare, sono state individuate tre misure anti evasione che coinvolgono le società di persone, i gruppi societari e le loro relazioni infragruppo. Il ministero del Tesoro ha anche annunciato che si concentrerà sulle partnership come "area ad alto rischio".

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/regno-unito-nella-finanziaria-2013-fisco-e-leva-strategica