Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Regno Unito: pubblicati i risultati
della politica di Spending Review

Stanziati 4 mld di sterline per i prossimi anni per sanare le finanze pubbliche e raggiungere un surplus nel 2020

Thumbnail
Il Parlamento ha definito un piano di quattro anni per sanare le finanze pubbliche, riportare il Paese ad un surplus nel 2020 e sviluppare un programma economico che consenta di saldare il debito pubblico. Le azioni previste dalla Spending Review e dall’Autumn Statement testimoniano la volontà del governo inglese di garantire la sicurezza di lavoratori in ogni fase della loro vita.

Gli investimenti nei prossimi quattro anni - Nei dettagli è previsto un investimento di 4 mld di sterline, per i prossimi 4 anni, che consenta alla Gran Bretagna di realizzare una crescita economica a lungo termine. L’Amministratore delegato dell’Agenzia delle Entrate e delle Dogane, Lin Homer, ha commentato: “Questi provvedimenti consentiranno all’HMRC di diventare più altamente qualificata e redditizia. Il sistema fiscale sarà razionalizzato e il servizio clienti implementato attraverso una migliore gestione dei dati, che verranno utilizzati sia per scovare la minoranza di quei cittadini disonesti che cercano di ingannare il sistema sia per tutelare i diritti fiscali della maggioranza onesta”.
 
Confermati gli stanziamenti - Per quanto riguarda l’Agenzia delle Entrate e delle Dogane, la manovra conferma i fondi per mantenere l’attuale livello di compliance e contemporaneamente prevede lo stanziamento di 800 milioni a favore di iniziative supplementari per fronteggiare l’evasione e la “non–compliance” entro il 2020-21. A questi, il governo si impegna ad aggiungere altri 5 miliardi di sterline all’anno per pianificare un’azione fiscale “aggressiva” contro gli squilibri del sistema tributario.
 
Gli effetti su Entrate e Dogane - Per l’Agenzia delle Entrate e delle Dogane tutto questo si traduce nel concreto in:
  • 717 mln di sterline risparmiate per l’anno 2019-20, raggiungendo un totale di 1,9 mld di risparmi cumulativi durante il periodo di Spending Review, che rappresentano una riduzione del 21% dei costi delle risorse di base, grazie alla digitalizzazione della riscossione delle imposte e una forza lavoro più ristretta ma altamente qualificata;
  • 1,3 mld di sterline reinvestite per trasformare l’Agenzia delle Entrate e delle Dogane in una delle amministrazioni fiscali più digitalmente avanzate al mondo, con accesso ai conti fiscali digitali per tutte le piccole imprese e le persone fisiche entro il 2016-17, garantendo un ulteriore miliardo di entrate fiscali per il 2020-21;
  • 800 mln di finanziamento per combattere l’evasione e affrontare la scarsa compliance nel sistema fiscale;
  • 400 mln di costi in meno per le imprese entro il 2019-2020.
 
L’Agenzia delle Entrate e delle Dogane, inoltre, continuerà a contrastare le frodi e gli errori nel sistema dei crediti d'imposta e collaborerà con le agenzie di recupero crediti con l’obiettivo di riscattare 324 milioni di debiti di credito d'imposta nel 2019-20.
 
Efficienza e riforma - Attraverso il reinvestimento di 1,3 miliardi di sterline, l’HMRC sarà trasformata in una delle amministrazioni fiscali più digitalmente avanzate al mondo, diventando più efficace, efficiente e accessibile per i contribuenti, garantendo allo stesso tempo quasi 1 miliardo di entrate fiscali aggiuntive e riducendo gli errori attraverso la tenuta dei registri.
 
L’informazione corre sulla rete - I contribuenti e le imprese saranno in grado di visualizzare la propria posizione fiscale in tempo reale e potranno controllare con maggiore certezza le imposte dovute. L’HMRC ha stimato che il numero di telefonate per le richieste di assistenza passerà da 38 milioni del 2015-16 a 15 milioni nel 2019-20, in quanto tutte le informazioni e i servizi saranno disponibili online.
 
L’accorpamento degli uffici - L’HMRC, inoltre, otterrà notevoli risparmi grazie all’accorpamento dei suoi 170 uffici in 13 centri regionali più grandi e moderni. Questi centri consentiranno un abbattimento dei costi e una migliore gestione delle risorse, che potranno collaborare e modernizzare il loro modo di lavorare, ottimizzando i risultati finali.

 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/regno-unito-pubblicati-risultati-della-politica-spending-review