Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Spagna: dopo l’adesione al Fatca,
nuovo accordo fiscale con gli Usa

Il governo dopo lunghi negoziati ha raggiunto l’intesa sul nuovo protocollo che aggiorna la convenzione del 1990

sede della camera bassa
Un accordo nuovo di zecca tra la Spagna e gli Stati Uniti sulla doppia imposizione. È, in estrema sintesi, la funzione del nuovo protocollo, messo a punto nel maggio scorso, con cui i due Paesi hanno deciso di modificare in ben 17 punti l'accordo del 1990.
L’intervento di aggiornamento si è reso necessario per due motivi. Adattare la convenzione bilaterale alle necessità che derivano dalle attuali relazioni economiche e commerciali tra la Spagna e gli Stati Uniti; recepire le modifiche che sono state apportate al modello di Convenzione OCSE sulla doppia imposizione. 
  Delineare una base comune di scambio Con questa intesa, la Spagna ha compiuto un ulteriore passo in avanti nel suo impegno di rinegoziare tutte quelle intese che necessitano di interventi per adattarle alle nuove realtà economiche e fiscal-finanziarie. L’intesa, come ha ricordato Miguel Ferre, Segretario di Stato al Tesoro, favorirà la creazione di un "quadro di certezza del diritto" per gli investitori stranieri che potranno contare su un quadro di regole certe e aggiornate. In particolare assicurare un supporto definitivo agli investimenti americani in Spagna e un fermo impegno a far crescere il business delle aziende spagnole negli Stati Uniti.   Dal protocollo al progetto FATCA La firma del nuovo protocollo segue, in ordine cronologico, l’adesione del governo di Madrid al progetto FATCA in cui è coinvolta, oltre agli Usa, insieme a Germania, Francia, Regno Unito e Italia. Così come per il progetto FATCA, Miguel Ferre ha anche sottolineato l’importanza di quanto sta facendo l’Unione europea per migliorare l'applicazione della direttiva risparmio attraverso una proposta di emendamento che consentirà un adeguato scambio di informazioni tra gli Stati membri. Le iniziative, ha ricordato Ferre,  hanno lo scopo di aumentare il livello di trasparenza per ridurre l'evasione fiscale e favorire un aumento del commercio internazionale e degli investimenti.    Lotta all’evasione fiscale e controllo del deficit Sulla lotta all’evasione fiscale e sul controllo dei conti pubblici il segretario di Stato, Ferre, si è soffermato nella speciale audizione dinanzi alla Commissione di previsione del budget 2013. Nel corso dell’incontro sono stati sottolineati gli eccellenti risultati della lotta contro la frode fiscale ottenuti nei primi mesi di quest’anno (un 15% in più fino a luglio), che l’Agencia Tributaria spera di mantenere per tutto l’esercizio. Nel contempo Ferre ha evidenziato che la vera priorità nel 2013 per i conti pubblici spagnoli è e continua a essere la riduzione del deficit delle Amministrazioni per migliorare l’attuale stato della finanza statale.   Entrate tributarie e misure fiscali Ferre ha spiegato poi ai deputati che l’evoluzione delle entrate nel 2013 continuerà ad essere condizionata da una contrazione delle attività, più attenuata rispetto a quella di quest’anno, “per l’impatto delle misure tributarie adottate dal dicembre dello scorso anno” . Queste misure rendono possibile che, in questa fase di contrazione dell’economia, gli introiti derivanti dalle imposte crescano soltanto di un 3,7% rispetto al 2012.   Il bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2013 Nel progetto di legge approvato il 27 settembre il governo ha inserito poi un’imposta speciale del 20% sulle vincite alle lotterie, la soppressione delle deduzioni per alcune tipologie di investimenti la proroga dell’imposta sul patrimonio, un cambio nella tassazione dei guadagni patrimoniali a breve termine e un nuovo limite alla deducibilità fiscale degli ammortamenti (fino al 70%) per gli anni 2013  e 2014. In quest’ultimo caso l’obiettivo del governo è di aumentare la base imponibile dell’imposta per le grandi imprese senza incrementare il carico fiscale delle piccole e medie imprese. Sarà anche permessa l’attualizzazione dei bilanci.


FONTI INFORMATIVE   Riferimento 1 Riferimento 2    
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/spagna-dopo-ladesione-al-fatca-nuovo-accordo-fiscale-usa