Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Spagna, lotta alle frodi fiscali:
il Fisco recupera quasi 15 mld

Nonostante il calo dello 0,6%, entrate superiori di 500 mln di euro rispetto alla media dei tre anni precedenti

Thumbnail
L’Agenzia delle Entrate spagnola ha presentato i risultati delle attività di prevenzione e lotta alle frodi fiscali. In base ai dati forniti dall’amministrazione finanziaria, nel 2017 le attività di contrasto alle frodi hanno portato ad un incasso di 14,79 miliardi di euro, numero in leggera diminuzione rispetto al 2016, quando erano stati raccolti 14,88 miliardi. Nonostante il calo dello 0,6%, il direttore dell’Agencia Tributaria, Santiago Menéndez, si è detto soddisfatto, facendo notare che la cifra raggiunta lo scorso anno è comunque superiore di 500 milioni di euro (il 3,5% in più) rispetto alla media dei tre anni precedenti.
Dei 14,79 miliardi di euro recuperati, 14,22 si riferiscono alle attività proprie di prevenzione e lotta alle frodi fiscali messe in atto dall’Agenzia in maniera diretta, nell’esercizio delle sue funzioni. Un dato che migliora del 3,9% la media degli ultimi tre anni. I restanti 571 milioni si riferiscono, invece, al reddito indotto dalle azioni di controllo.
                                                                                                                                      
Le attività di controllo “esterne”
I controlli e le indagini nominali effettuati dall’Agencia tributaria nel 2017 sono stati 117.380. Si tratta di un numero che è cresciuto rispetto all’anno precedente, con un incremento che ha superato gli otto punti percentuali. Un forte impulso è stato dato ai controlli sul campo, specialmente quelli relativi a settori o aree che presentavano un maggior rischio fiscale, in crescita del 31% rispetto al 2016. Per questi controlli è stato varato un piano ad hoc, il Plan de visitas Iva, volto ad individuare l’economia sommersa, che in Spagna si stima rappresenti quasi un quarto del prodotto interno lordo.
Il piano sta già producendo i suoi frutti: dopo l’inizio di queste attività, l’importo delle liquidazioni Iva presentate dai contribuenti è aumentato, infatti, del 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le attività di verifica esterna degli ispettori del Fisco sono state 32.215.
Ai controlli del Plan de visitas Iva si è affiancato, sempre nell’ambito delle verifiche “esterne”, un altro programma, il Plan de Visitas Actuaciones Coordinadas Centralizadas, che punta ad una maggiore integrazione tra i vari dati a disposizione per portare alla luce attività economiche sommerse o attività che utilizzano software di occultamento delle vendite.
 
La lotta alle frodi fiscali passa anche attraverso i big data
Un importante ruolo sia in queste operazioni che in altre che hanno coinvolto l’intero territorio nazionale è stato svolto dalle Unidades de Auditoría Informática (UAI). Per migliorare i controlli sui grandi patrimoni si è fatto più ricorso, infatti, a strumenti informatici e agli incroci delle banche dati, utilizzando anche i big data. Per esempio, è stata concentrata l’attenzione sull’analisi delle pianificazioni fiscali più aggressive, sulle società interposte, sul potere d’acquisto non conforme rispetto a quanto dichiarato e sulle attività all’estero.
Solo nel 2017 sono stati effettuati 4.004 rapporti ispettivi (il 35% in più rispetto all’anno precedente) nei confronti di contribuenti che negli ultimi anni sono stati oggetto di intervento da parte dell’UAI, che hanno portato ad un maggiore ricavo di 373 milioni di euro.
 
Nel 2018 più controlli sui grandi patrimoni
Il direttore dell’Agenzia delle Entrate spagnola ha annunciato anche un aumento, per quest’anno, del numero dei controlli sui grandi patrimoni, senza tuttavia demonizzare la fascia di contribuenti che guadagna di più. In particolare, ha sottolineato Menéndez, i controlli saranno mirati verso quelle situazioni che appaiono più opache o che ricorrono ad una delocalizzazione sospetta. Già nel 2017 le attività di controllo di questo tipo hanno portato a una raccolta aggiuntiva di 333 milioni e importanti risultati si attendono anche per il 2018.
 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/spagna-lotta-alle-frodi-fiscali-fisco-recupera-quasi-15-mld