Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Spagna: la recente riforma fiscale
catalizza la ripresa economica

A sottolinearlo il Segretario di Stato per le Finanze, Michael Ferre, alla quinta edizione del Forum Investors Day

Thumbnail
Alla quinta edizione del Forum “Spagna Investors Day”, Michael Ferre, Segretario delle Finanze ha sottolineato che l'aliquota dell'imposta sul reddito è inferiore ai principali Paesi europei, come Germania ,  Francia e Italia.  A seguito della riforma fiscale, infatti, le nuove misure appena entrate in vigore da gennaio sono state studiate per rilanciare gli investimenti e aumentare la capitalizzazione delle società.  Ecco come le riforme strutturali intraprese, e soprattutto la riforma delle imposte, hanno permesso di incanalare l'economia spagnola in un nuovo percorso di crescita economica.
 

La riforma fiscale, un ruolo chiave per la ripresa
Il Segretario di Stato per le Finanze, Michael Ferre, inoltre ha evidenziato il ruolo chiave svolto dalla riforma fiscale appena entrata in vigore in gennaio quale catalizzatore per la ripresa economica della Spagna. La riduzione delle tasse incluse nella riforma fiscale, ha ricordato Ferre,  non si limita soltanto a rendere possibile un reddito disponibile più elevato per i contribuenti ma anche  favorire lo sviluppo di un contesto imprenditoriale più competitivo.
Al Forum, cui hanno partecipato i rappresentanti di aziende leader nel Paese e investitori  internazionali, il Segretario, ha affermato che la riduzione dell'imposta sul reddito (dal 30  al 28% nel 2015 e al 25% nel 2016) pone tale aliquota fiscale inferiore a quella dei principali partner commerciali come la Germania, la Francia o l'Italia.
 
Gli effetti sulla capitalizzazione
Inoltre la riforma fiscale prevede forti incentivi alle capitalizzazione delle società per renderle più solide contro le turbolenze economiche degli ultimi anni. Nello specifico, è stata prevista una nuova riserva di capitalizzazione che può arrivare a ridurre del 10% la base imponibile, se utilizzata per fini di capitalizzazione della società. Altra peculiarità della riforma fiscale è prevedere strumenti che aiutino le Pmi a crescere in termini di dimensioni e a ottenere economie di scala e migliorare la competitività in un mercato sempre più globalizzato. Questo attraverso la cd. "riserva livellamento ", che insieme alla già nota riserva capitalizzazione, porterà l'aliquota fiscale al 20,25 %. All’orizzonte sono allo studio misure che permettano una bassa tassazione del risparmio per ottenere un ulteriore effetto positivo sui consumi e di incentivo della produzione industriale.  Tutto ciò si traduce in un miglioramento delle  prospettive macroeconomiche del Paese.
 
Una riforma in linea con l’impegno a ridurre il deficit pubblico
La riforma fiscale in vigore da gennaio è coerente con lo scenario di consolidamento fiscale, nell’ambito del quale la Spagna, in sede di Unione europea, si è impegnata a ridurre il proprio deficit pubblico. A questo proposito la Spagna sta vivendo una situazione macroeconomica con andamento positivo, contribuendo alla crescita dell'Unione europea. Sembrano ormai superati i periodi negativi visti negli ben sette anni di crisi. La riforma fiscale, pertanto, non soltanto non è un ostacolo per i conti pubblici spagnoli ma stimola la crescita economica, come le performance dell’ultimo periodo stanno dimostrando. A questo proposito, il risultato di un maggior reddito disponibile dovuto all’abbassamento della ritenuta fiscale  sul reddito, si evince dalla ripresa dei consumi a gennaio e da una conseguente crescita del Pil. Dalle proiezioni ufficiali che si leggono dai documenti che compongono il bilancio dello Stato, si evince come il Pil crescerà del 2% nel 2015. Gli ultimi indicatori (vendita al dettaglio, esattorie, affiliazione, sicurezza sociale) prevedono che questa stima possa essere addirittura migliorata.  
 
Il ruolo delle riforme strutturali
Un ultimo argomento che occorre trattare è quello delle riforme strutturali. Al riguardo Ferre ha sottolineato che il quadro di miglioramento economico prospettato rafforzerà la situazione economica e finanziaria delle imprese e fornirà nuove opportunità di business per gli investitori stranieri e nazionali.  È bene sottolineare che la riforma fiscale si inquadra all'interno del complesso piano delle riforme strutturali previste dall'inizio della legislatura  che ha permesso un nuovo percorso di crescita economica in Spagna. In vista dei prossimi mesi, Ferre ha sottolineato che il governo manterrà il ritmo delle riforme economiche intraprese, in concomitanza con i progetti di regolamentazione di cui alla riforma del codice fiscale.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/spagna-recente-riforma-fiscale-catalizza-ripresa-economica