Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Spagna: con Renta Web, pagare
le tasse è todo muy simplificado

Più di 15 mln di contribuenti potranno utilizzare il nuovo software per presentare la dichiarazione dei redditi

Thumbnail
L’Agencia Tributaria ha dato il via all’operazione che permette di confermare, modificare e presentare per via telematica la dichiarazione dell’ Impuesto sobre la Renta de las Personas Físicas, vale a dire la dire la dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa all’anno di imposta 2015 (Irpf 2015). Tra le novità figura 'RENTA WEB'  ovvero la piattaforma unica per una gestione più semplice e flessibile via internet di tutte le dichiarazioni dei redditi che non comprendano rendite da attività economiche.
​Renta Web prevede un potenziale di utilizzatori stimato in 15.260.000 dichiarazioni, quasi l’80% del totale, includendo tanto quei contribuenti che lo scorso anno potevano utilizzare la tradizionale dichiarazione Irpf quanto quelli, per la precisione 1.660.000, che l’anno trascorso erano ancora obbligati ad utilizzare il programma Padre o programmi ausiliari equivalenti.
Nell’attuale campagna di informazione, più di 4milioni di dichiarazioni, per la precisione 4.100.000, dovranno essere ancora predisposte con il programma Padre a causa dei dati da dichiarare a seguito di rendite di attività economiche. L’obiettivo dell’Agenzia delle Entrate è dare la possibilità, già dal prossimo anno, a questa tipologia di contribuenti di utilizzare Renta Web.
 
Nuovo incremento nel numero dei contribuenti
La previsione è quella di raggiungere 19.708.000 dichiarazioni il che suppone un nuovo incremento del numero delle dichiarazioni Irpf rispetto a quello registrato nella campagna precedente. Di questo totale, 14.673.000 dichiarazioni saranno a rimborso per un importo totale di 10.858 milioni di euro mentre 4.260.000 dichiarazioni daranno come entrate un risultato pari a 7.948 milioni di euro.
Il termine per la presentazione sarà il 30 di giugno per tutte le tipologie di dichiarazione, sia a credito che a debito, a meno che non venga indicata e sottoscritta la domiciliazione bancaria per quanto riguarda i versamenti di imposta risultanti e, in questa seconda ipotesi, il termine di presentazione è anticipato al 25 di giugno.
 
Una dichiarazione unica grazie a Renta Web
La nuova piattaforma per la gestione delle dichiarazioni via internet facilita la compilazione di una dichiarazione unica, una proposta di dichiarazione per tutti quei contribuenti che non hanno da dichiarare attività economiche. Renta Web permette di modificare e presentare le dichiarazioni generate sulla propria piattaforma ma anche quelle ricevute per posta, e tutto direttamente sui server dell’Agenzia senza che si renda necessario il download di nessun programma.
Al contribuente è permesso, se lo desidera, accedere ai dati fiscali più attualizzati e messi a disposizione in qualsiasi momento dall’Agenzia e che offre anche la possibilità di riprendere una proposta di dichiarazione sulla quale aveva precedentemente lavorato oppure aprire nuove sessioni di lavoro in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo, inclusi tablet e smartphone.
Una volta che il contribuente accede alla piattaforma e provvede a identificarsi, scatta il trasferimento automatico di tutti i dati personali. Se non è necessario correggerli o apportare informazioni aggiuntive, dal prospetto dei risultati è possibile già presentare la dichiarazione o stamparla per presentarla su supporto cartaceo. In questo modo, la navigazione web può essere ridotta a sole tre schermate (accettazione dei dati fiscali e personale, quadro riassuntivo della dichiarazione e presentazione).

E per le modifiche nessun problema
Nel caso in cui il contribuente avesse la necessità di modificare o aggiungere dati, Renta Web guiderà l’utente in funzione delle informazioni già in possesso dell’Agencia Tributaria. Allo stesso modo la piattaforma avviserà il contribuente se, in presenza di una sessione aperta in precedenza, è necessario acquisire nuove informazioni. Questo permetterà al contribuente di decidere se generare una nuova proposta di dichiarazione o continuare con la sessione già iniziata. Inoltre Renta Web permette, attraverso il quadro riassuntivo della dichiarazione, di comparare le unità familiari per decidere quale opzione è la più vantaggiosa, quella individuale oppure quella congiunta.
 
La revisione dei dati personali ed economici
L’Agenzia delle Entrate suggerisce, nel manuale di istruzioni per l’uso del software, di controllare la proposta di dichiarazione offerta dall’Amministrazione tributaria considerato che, grazie all’intervento di Renta Web, le informazioni saranno le più attuali possibili. Tuttavia potrebbe anche verificarsi che l’Agenzia non abbia a disposizione tutti i dati attualizzati, nel qual caso spetterà al contribuente integrare il quadro informativo per completare la dichiarazione fiscale.
Alcuni casi tipici per i quali è consigliata una revisione sono gli immobili con i relativi riferimenti catastali, circostanze personali e familiari se mutate rispetto all’anno precedente, l'adesione a pensioni integrative, le quote sindacali, gli introiti da sovvenzioni, le deduzioni per familiari e in caso di maternità, le deduzioni per ristrutturazioni.
 
La stampa dei risultati
Se il contribuente sceglie di stampare la proposta di dichiarazione per la presentazione presso gli uffici dell’Agenzia o altri enti in collaborazione, l’opzione sarà più comoda tanto per gli utilizzatori di Renta Web quanto per quelli che fanno riferimento al programma Padre. Infatti viene ridotto sensibilmente il numero di pagine che è necessario stampare. In qualsiasi momento il contribuente che ha la necessità di ottenere, prima della presentazione della dichiarazione, una copia con il risultato dei dati dichiarati potrà farlo tramite l’opzione “vista previa” tanto con il programma Renta Web quanto con il programma Padre.
Inoltre, dato che in questi casi la stampa del documento viene effettuata attraverso una connessione a internet, il contenuto della dichiarazione continuerà a essere registrato sui server dell’Agenzia. Inoltre per completare la presentazione, sarà sufficiente consegnare il modello per versare l’imposta dovuta oppure per ottenere il rimborso senza per questo dover presentare la dichiarazione completa come invece avveniva fino a oggi.
 
Informazioni aggiuntive per il contribuente
Anche quest’anno sia nei modelli che nelle ricevute di presentazione delle dichiarazioni, saranno messe a disposizione del contribuente le informazioni relative alla destinazione delle imposte pagate. A stabilirlo e la nuova legge sulla trasparenza la cui finalità è di permettere al contribuente di conoscere l’uso e la destinazione della riscossione dei diversi tributi. Così facendo sarà a disposizione di tutti contribuenti l’informazione della ripartizione degli ingressi tributari corrispondenti attraverso la liquidazione tra Amministrazione statale e Autonomie. Analogo discorso vale per la destinazione scelta, le politiche di spesa e tutti gli ingressi percepiti dalle Amministrazioni pubbliche, con riferimento all’ultimo esercizio contabile consuntivato (per quest’anno il 2014).
 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/spagna-renta-web-pagare-tasse-e-todo-muy-simplificado