Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Spagna, riscossione tributaria record.
Nel 2018 superata quota 15 miliardi

Nell'Informe anual de recaudación tributaria sono illustrati tutti i trend del gettito dell'ultimo anno, a partire dalle entrate generate dalle imposte sul reddito

Thumbnail

L’agenzia delle entrate spagnola ha presentato i risultati della riscossione del 2018. Inoltre, l’amministrazione tributaria ha anticipato i risultati delle attività messe in campo per la prevenzione e la lotta alle frodi fiscali tramite una statistica diffusa alla stampa iberica (ma non contenuta nel rapporto “Informe anual de recaudación tributaria - Año 2018”). Sulla base dei dati elaborati dal Fisco spagnolo, l’anno passato le attività di controllo hanno portato in cassa 15,09 miliardi di euro (297 milioni in più del 2017). Analizzando queste cifre si può affermare che la riscossione derivante dalla lotta all’evasione ha raggiunto un ottimo risultato, migliore di quello degli anni precedenti, ma che non raggiunge il record del 2015 (15,66 miliardi di euro).
Nel rapporto dell’Agencia tributaria pubblicato da poco, invece, sono illustrati tutti i trend della riscossione del 2018, dalle entrate generate dall’imposta sul reddito delle persone fisiche a quelle dell’imposta sul reddito delle società. Vari focus sono dedicati infine all’Iva e alle altre imposte che compongo il mix tributario spagnolo, cioè la proporzione (o tax mix) delle entrate totali provenienti dalle differenti fonti fiscali di gettito.

Gettito e tributi
In Spagna, il totale delle entrate tributarie riscosse nel 2018 ha raggiunto quota 208 miliardi di euro, importo che rappresenta un incremento del 7,6% rispetto all’anno precedente. Anche operando la necessaria correzione per eliminare l’impatto dato dallo slittamento di parte dei versamenti Iva dal 2017 al 2018 a causa dell’introduzione del Suministro Inmediato de Información (Sii), la riscossione segna comunque una crescita, però del 5,4%.
In ogni caso, la crescita del gettito fiscale spagnolo dipende più dall’andamento delle imposte dirette. La riscossione delle imposte sul reddito è infatti aumentata del 7,6%, principalmente a causa dell'aumento delle ritenute sui redditi di lavoro. Il gettito derivante dalle imposte sul reddito delle società è invece aumentato del 7,3%.
Nelle imposte indirette, d’altro canto, l’incremento registrato nel 2018 è stato più moderato. Le entrate Iva sono cresciute del 3,7%, un progresso inferiore a quello stimato a causa dell'elevato volume di rimborsi effettuati nel corso dell’anno.
Le entrate tributarie derivanti dalle imposte speciali sono aumentate dell'1,1%, mentre le tasse sul tabacco hanno avuto per dodici mesi un andamento irregolare, chiudendo con un calo dell'1,4%. Anche le accise legate al consumo di prodotti alcolici hanno avuto un andamento negativo. Infine, l'imposta sul reddito dei non residenti ha avuto un exploit, con una ​​crescita del riscosso del 17,2%.

La lotta all’evasione sfiora il record del 2015
Le attività del Fisco spagnolo legate al contrasto all’evasione e alle frodi tributarie hanno portato in cassa 15,09 miliardi di euro nel 2018, il secondo più grande risultato in assoluto di tutti i tempi.
Passando ai dettagli, oltre ai controlli ordinari, l’anno passato l'agenzia delle entrate iberica ha realizzato azioni di monitoraggio sulle criptomonete e sull’utilizzo degli strumenti di pagamento elettronici (carte di credito e debito) per effettuare le spese su siti internet e portali online. Inoltre, come noto, anche l’agencia tributaria ha potuto accedere al database dello scambio automatico di informazioni con lo standard elaborato in casa Ocse (il Crs, common reporting standard) e ha così avviato numerose attività investigative sugli elementi raccolti. Anche l’incrocio dei dati in materia Iva è stato al centro del delle attività delle Entrate spagnole del 2018. Grazie a tutte queste attività, e a tutte le attività ordinarie di controllo, nella penisola iberica sono stati incassati complessivamente 9,4 miliardi di euro.
In aggiunta a questo importo, le indagini e le operazioni congiunte con le dogane hanno portato in cassa ulteriori 599 milioni. L’ultima voce per arrivare al totale dei 15,09 miliardi derivano da importi riscossi dai contribuenti che avevano ricevuto indebitamente rimborsi per 5,08

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/spagna-riscossione-tributaria-record-nel-2018-superata-quota-15-miliardi