Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Spagna: Stato sociale ed evasione,
impegni prioritari del governo

A confermarli nell'agenda dell'esecutivo il premier Rajoy che li ha ribaditi in un incontro con i dipendenti del Fisco

Thumbnail
L'attuazione del nuovo piano di controllo fiscale di quest'anno ha permesso all'Agencia Tributaria di riportare nelle casse dello Stato quasi 8.500 milioni di euro tra gennaio e settembre che corrispondono a circa 1,5 miliardi delle vecchie pesetas. È una delle indicazioni di rilievo che è emersa dall'incontro che il premier spagnolo, Mariano Rajoy, ha avuto con i lavoratori dell'Agenzia delle Entrate (Agencia Tributaria) al termine della riunione presso La Moncloa con il management dell'Amministrazione fiscale. Un impegno, ha ricordato Rajoy, strategico e non soltanto per la funzione istituzionale svolta ma anche per la dedizione e la competenza con cui viene seguito da tutti i lavoratori dell'Agencia Tributaria. Alla riunione, dedicata a una analisi approfondita degli ultimi risultati ottenuti nella lotta contro le frodi fiscali e al progetto di legge per combattere ancora più efficacemente l'evasione, approvato di recente dal Senato, hanno partecipato la vice presidente, sottosegretario della Presidenza e portavoce del governo, Soraya Saenz de Santamaria, e il ministro delle Finanze e della Pubblica Amministrazione, Cristobal Montoro.

Pagare le tasse: un dovere ma anche uno strumento
Rajoy ha assicurato che, escludendo il debito pubblico, oltre il 63% della previsione di bilancio dello Stato per il 2013 andrà a coprire i costi sociali. Questo è l'esempio più eloquente, ha ricordato Rajoy, di come lo Stato sociale si sostenga grazie alla solidarietà di tutti. "Tutto ciò che è nostro lo abbiamo pagato con il denaro e l'impegno di tutti", ha proseguito Rajoy, ed è l'unione di questi sforzi, ha ricordato, che permette di far fronte all'impegno economico per mantenere strade, pensioni, ospedali, scuole e università. Pertanto, oltre a essere un obbligo di legge "pagare le tasse è innanzitutto l'espressione della nostra solidarietà", e "chi non paga le imposte dovute si avvale di servizi che altri pagano per loro e chi non contribuisce finisce per imporre agli altri uno sforzo ancora maggiore ". In cambio, lo Stato deve investire "con criteri di giustizia ed equità sempre consapevole del sacrificio richiesto ai cittadini per il contributo richiesto in quanto il denaro pubblico è di tutti".

Uno Stato all'altezza degli impegni
Per raggiungere questi obiettivi risulta altrettanto improcrastinabile, secondo il presidente, che lo Stato si doti di strumenti di dissuasione e deterrenza per evitare comportamenti antisociali come l'evasione e la frode fiscale perché l'economia sommersa riduce la ricchezza di tutti. Per questo, ha ricordato Rajoy, il Governo ha messo in marcia una nuova legge contro le frodi fiscali che,  insieme a nuovi strumenti giuridici contenuti nel nuovo codice penale, rappresenta probabilmente la più ambiziosa riforma giuridica della nostra democrazia.

L'evasione fiscale: una pratica da combattere
Il Presidente ha concluso il suo intervento affermando che il Governo deve operare affinchè l'evasione fiscale diventi una pratica in disuso, non soltanto perché non rende giustizia alla comunità ma anche perché, così facendo, finisce per allontanarci dal nostro obiettivo, che è semplicemente quello di crescere e creare posti di lavoro.  La responsabilità del governo, ha aggiunto, è  prendersi cura di ogni euro, amministrarlo con intelligenza e con il dovuto rispetto che merita il sacrificio che costa generare questa ricchezza. Un impegno molto chiaro, insito nel mandato di questo Governo, che non esiterà a fare tutto quanto in suo potere per mantenerlo.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/spagna-stato-sociale-ed-evasione-impegni-prioritari-del-governo