Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Sudafrica, sbarca la tonnage tax
su modello olandese

Un progetto governativo punta sulla tassa di tonnellaggio per allineare il regime fiscale dello shipping ai sistemi avanzati

Thumbnail
Creare ricchezza per il Paese in cui le navi e le società di navigazione sono registrate, facilitare le attività di commercio nel lungo termine, allineare il regime fiscale dello shipping sudafricano ai sistemi fiscali di altre importanti nazioni operanti nel settore navale, arrestare il declino del Registro marittimo nazionale, far rientrare sotto bandiera sudafricana le navi iscritte all’estero. Sono le argomentazioni a favore dell’introduzione del regime fiscale della tonnage tax.

La tonnage tax su modello europeo
Il piano, elaborato dal ministero del Tesoro sudafricano, prevede l’introduzione della tassa sul tonnellaggio per rilanciare il settore dei trasporti marittimi nazionali. Già nel 2005 il governo aveva annunciato che i tecnici del Tesoro stavano lavorando a una ipotesi in linea con altre iniziative, già adottate con successo da altre nazioni come Francia, Germania, Olanda, Regno Unito, Spagna e Italia, Grecia, Norvegia e con il preciso scopo di rilanciare il settore marittimo nazionale facilitando le attività di commercio del Paese. Nulla però era trapelato all’epoca in merito al modello da adottare. Adesso, però, comincia a profilarsi all’orizzonte una ipotesi concreta e dai contorni precisi.   Le caratteristiche della proposta La scelta adottata dal Sudafrica si ispira alla struttura del modello olandese di tonnage tax. Questo significa che le società di navigazione verrebbero tassate sulla base di imposte fisse commisurate alla stazza delle navi e dei giorni di attività. Il parametro di riferimento è quanto generato nel corso di un esercizio fiscale e non i ricavi ottenuti dall’attività delle imprese armatoriali. Il modello adottato dall’Olanda dal 1° gennaio 1996, a seguito della riforma introdotta nel 1995, si basa sulla determinazione forfetaria della base imponibile. In questo modo, oltre a essere stabilizzato l’impegno fiscale dell’armatore, viene anche rafforzata la competitività dell’armamento.   Principali caratteristiche del progetto di tonnage tax     In terms of the tonnage tax proposal a notional profit is computed based on the number and size of ships operated during a year. The proposed tonnage rate or fixed profit per day rate (used for calculating the notional profit) is as follows:  
                                                                   Tonnage tax rate  
Fixed Profit Rates:
Proposed scale of charges based
on vessels net tonnage
Fixed profit
per day
in Rand
For each 100 tons up to 1 000 net tons R4.00
For each 100 tons between 1 000 and 10 000 net tons R3.00
For each 100 tons between 10 000 and 25 000 net tons R2.00
For each 100 tons above 25 000 tons R1.00
    Fonte: National Treasury - Republic of South Africa     Le motivazioni di una scelta L’introduzione della tonnage tax nel sistema tributario e mercantilistico sudafricano è sostenuta da valide ragioni economiche. Basti pensare che il Sud Africa dipende in maniera significativa dal commercio marittimo internazionale e per le sue necessità di trasporto di merci importate ed esportate utilizza in prevalenza navi immatricolate all’estero. Questo significa un ingente esborso di danaro che soltanto nel 2007 ha comportato costi globali superiori ai 38 miliardi di rand (oltre cinque miliardi di dollari). Con l’adozione di questo sistema di imposizione fiscale il governo ritiene di poter garantire immediate ricadute positive sull’industria marittima nazionale e ciò dovrebbe contribuire a far rientrare sotto bandiera sudafricana le navi iscritte all’estero.   As a second step the graduated formula of fixed profit per day is applied to the net registered tonnage (NRT) of the vessel, which takes into account only its carrying capacity, and not its gross registered tonnage (GRT). For example, this calculation will result into the following notional profit figure for a vessel with a net tonnage of 10,000t (assuming the ship was used for 365):    Tonnage tax rate    
Net tons Calculation 1 Calculation 2 Notional
profit
0 - 1000 1000/100 = 10 10* R4.00*365 days R14600
1000 - 10000 9000/100 = 90 90* R3*365 days R10950
10000 - 25000 15000/100 = 150 0* R2*365 days R00
t > 25000 163000/100 = 1,630 0* R1*365 days R00
       
Annual taxable tonnage profit R25 550
    Thirdly, in calculating the corporate tax liability, the current corporate tax rate is applied to the notional profit, i.e., R25 550 @28% (i.e. the CIT rate), translating into an annual tax bill of R7 154. The proposed tonnage tax differs materially from socalled registration fees payable in Flags of Convenience registers, where a very low and flat rate is applied to the tonnage of the registered vessel. It is important to note that the tonnage tax qualifies as a creditable tax in terms of concluded bilateral tax treaties.   Fonte: National Treasury - Republic of South Africa     I meccanismi di calcolo La tonnage tax è una metodologia di determinazione forfetaria basata sul tonnellaggio delle imprese armatoriali. Due sono le tipologie più diffuse. La prima, che assume quale parametro di riferimento l’imponibile, e la sua caratteristica principale sta nel fatto che le società di navigazione sono tassate sulla base dei proventi di ogni singola nave e non sui profitti conseguiti dalla flotta. La seconda, invece, fa riferimento all'imposta. In questo secondo caso il calcolo dell'imposta è direttamente proporzionale al tonnellaggio, vale a dire alla stazza della nave che permette di svolgere l’attività mercantile e all’età dell'imbarcazione. Nel 2003 anche in Italia è stata introdotta la tonnage-tax, un regime di tassazione del reddito forfetario della nave, parametrato al tonnellaggio e alternativo al regime fiscale ordinario.   Traffico marittimo mondiale L’analisi dei traffici marittimi mondiali viene effettuata utilizzando dati che prendono a riferimento tonnellate e tonnellate-miglia. Secondo stime dell’Unctad (United Nations Conference on Trade and Development) l’operatività della marina mercantile contribuisce con circa 380 miliardi di dollari in termini di noli all’interno dell’economia globale, equivalenti a circa il 5 per cento del commercio mondiale totale. I traffici marittimi normalmente sono calcolati in tonnellate-miglia, una misura che si ottiene moltiplicando le tonnellate trasportate per le distanze percorse. Nel 2004, ad esempio, la flotta mercantile mondiale ha trasportato 6,5 milioni di tonnellate e ha percorso rotte pari a un totale di 4.200 miglia, per un totale di 27.635 miliardi di tonnellate-miglia.                                                                                   L’organizzazione dei traffici marittimi mondiali  
  Fonte: Confitarma (per alcuni dati statistici)
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/sudafrica-sbarca-tonnage-tax-modello-olandese