Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Svizzera: sul soldo del pompiere,
fuoco all’imposta dal 2013

Decisa l’entrata in vigore della legge che esenta dall’imposta sul reddito la paga dei vigili non professionisti

Thumbnail
Esenzione da imposta della paga percepita dai vigili del fuoco non professionisti sino a 5mila franchi svizzeri, parificazione del trattamento fiscale a quello del militare di leva e di chi opta per il servizio civile ai fini dell'imposta federale diretta e delle imposte cantonali sul reddito. Sono le due principali novità contenute nella legge che entrerà in vigore dal 1°gennaio 2013. L’inserimento della nuova normativa è previsto nella LIFD, legge federale sull’imposta federale diretta, e nella LAID, legge federale sull’armonizzazione delle imposte dirette di Cantoni e Comuni. A stabilirlo il Consiglio federale. Si chiude così una vicenda che risale al 2004 e che, all’epoca, ha preso le mosse da una mozione politica.    Le caratteristiche della norma  Ammonta a 5mila franchi svizzeri l’importo massimo della paga esente da imposta. La cifra è stata stabilita per evitare eventuali abusi nell’ambito dell’imposta federale diretta mentre la LAID consente ai Cantoni di stabilire il limite massimo annuale. Entro la fine del 2014 i Cantoni e i Comuni dovranno comunque provvedere a adeguare la normativa alla novità introdotta.    Le esclusioni Le nuove disposizioni della LIFD e della LAID prevedono l'esenzione fiscale per le prestazioni connesse direttamente all'adempimento dei compiti fondamentali dei vigili del fuoco non professionisti. Sono invece considerate imponibili le indennità di funzione, per i quadri, i lavori amministrativi e per tutte quelle prestazioni volontarie che sono fornite parallelamente dai vigili del fuoco.   Un iter che parte da lontano Tutto prende le mosse da una mozione politica presentata nel 2004 al Consiglio federale con il preciso obiettivo di parificare, ai fini dell'imposta federale diretta e delle imposte cantonali sul reddito, la paga corrisposta al vigile del fuoco non professionista a quello del militare di leva e di chi opta per il servizio civile. Entrambe se da un lato considerano esenti da imposta federale e cantonale sul reddito la paga corrisposta per il servizio militare e civile e l'importo giornaliero per le piccole spese versato al servizio civile, dall’altro non fanno altrettanto per il cosiddetto "soldo" dei pompieri di milizia, cioè dei vigili non professionisti. Il 17 giugno di quest’anno la legge è stata approvata dal Consiglio nazionale e dal Consiglio degli Stati.   Le ricadute di carattere finanziario Le ripercussioni finanziarie del progetto sono state ipotizzate nel disegno di legge federale sull’adeguamento formale delle basi temporali per l’imposizione diretta delle persone fisiche. Sulla base di calcoli effettuati sui modelli del 2008 sono state calcolate minori entrate per l’imposta federale diretta nell’ordine di 15–40 milioni di franchi. In caso di importo massimo esente dall’imposta di 3000 franchi, nella LIFD, le minori entrate ammonterebbero a circa 18–26 milioni di franchi a seconda del modello.   Il servizio nei vigili del fuoco Prestare servizio nel corpo di milizia dei vigili del fuoco è un dovere civico che vige in tutta la Confederazione elvetica e coinvolge uomini e donne. Fanno eccezione i Cantoni di Zurigo, Ginevra e Ticino. Età, condizione fisica e psichica (resistenza allo stress) sono caratteristiche imprescindibili per valutare la capacità di adempiere a questo dovere civico. In caso di esenzione, laddove riconosciuta, è previsto il versamento di una tassa annuale. L'entità della tassa annuale sostitutiva è disciplinata a livello comunale.    Un sistema di sicurezza articolato Alla sicurezza del territorio e alla protezione della popolazione, in base a quanto stabilito dalla Costituzione federale, provvedono la Confederazione Svizzera e i Cantoni nei loro rispettivi ambiti di competenze. Un articolato sistema di protezione che riunisce cinque organizzazioni partner, polizia, vigili del fuoco, i servizi di sanità, tecnici e protezione civile, garantisce la sicurezza della popolazione su tutto il territorio.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/svizzera-sul-soldo-del-pompiere-fuoco-allimposta-dal-2013