Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Svizzera: sul traffico pesante,
dal primo marzo si cambia

Entrano in vigore da oggi le modifiche fiscali decise dal Consiglio federale alla ordinanza che disciplina la materia

Thumbnail
Entrano in vigore da oggi le modifiche all’ordinanza sul traffico pesante che disciplina anche l’applicazione della relativa tassa. Le modifiche sono state decise dal Consiglio federale nella seduta del 27 gennaio e contengono una disposizione di carattere fiscale e alcuni adeguamenti di tipo tecnico.
 
La disposizione di carattere fiscale
Esenzione dalla tassa per i veicoli noleggiati dalla protezione civile in caso di determinati interventi. È la principale disposizione di carattere fiscale contenuta nella modifica all’ordinanza amministrativa che il Consiglio federale ha deciso di introdurre sulla base delle esperienze raccolte dal varo ufficiale, nel 2001, della tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP).
 
Una modifica che fa seguito a una consultazione pubblica
Prima della decisione del Consiglio federale, tra dicembre 2012 e marzo 2013, l’Amministrazione federale delle Dogane si è fatta promotrice di una indagine conoscitiva. L’obiettivo era di acquisire opinioni, pareri e suggerimenti da parte delle categorie interessate prima di dare attuazione agli interventi di natura tecnica e alle misure finalizzate a prevenire e individuare eventuali abusi. Alla consultazione pubblica hanno partecipato 61 protagonisti tra cui i Cantoni, il Principato del Liechtenstein, varie associazioni e altre organizzazioni. Otto le domande contenute nel questionario che facevano riferimento alle modifiche in discussione mentre altre due riguardavano eventuali modifiche future.
 
Esenzione dalla tassa in caso di interventi particolari
Le due domande di carattere fiscale contenute nel questionario erano piuttosto chiare. In particolare si chiedeva ai partecipanti se fossero più o meno d’accordo sul fatto che i veicoli noleggiati per la protezione civile fossero esentati dalla tassa nel caso di impiego per interventi particolari come catastrofi, situazioni d’emergenza, conflitti armati, pubblica utilità a livello nazionale oppure per istruzione e nel quadro di lavori di ripristino sulla base di una domanda inoltrata in precedenza e senza che vi siano distorsioni della concorrenza.
 
Le risposte al questionario
La maggior parte dei partecipanti alla consultazione ha risposto sostenendo che l’esenzione dalla tassa per i veicoli noleggiati dalla protezione civile è da considerare opportuna. Le uniche divergenze emerse dal questionario, si legge nel Rapporto esplicativo, riguardano le finalità per cui dovrebbe essere accordata. Nulla da eccepire sulla restituzione per i veicoli noleggiati dall’Esercito e la protezione civile mentre, chi ha aderito a una interpretazione restrittiva, ha posto l’accento sulle possibili distorsioni della concorrenza inaccettabili nel settore dei lavori di ripristino. Le associazioni operanti nel settore dei trasporti come pure alcuni Cantoni si sono dichiarati contrari alla proposta di assoggettare alla tassa i trasferimenti dagli aeroporti. Tra le ragioni addotte ne figurano due: la disparità di trattamento nella categoria delle corse nell’ambito di una concessione; i collegamenti giudicati insufficienti tra le regioni turistiche alpine e gli aeroporti nazionali.
 
La tassa forfetaria sul traffico pesante
Gli autoveicoli di trasporto e i rimorchi di trasporto immatricolati in Svizzera sono tenuti a corrispondere una tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni a condizione che il peso totale sia superiore a 3,5 tonnellate. Alcune categorie di veicoli, espressamente indicati, pagano la tassa nella forma di un importo forfetario (TFTP). La tassa è calcolata sul peso totale del veicolo trattore o sul carico rimorchiabile, in conformità alle indicazioni contenute nella licenza di circolazione. Il pagamento viene effettuato in anticipo per l’anno civile e diviene esigibile all'atto dell'immatricolazione ufficiale o all'inizio dell'anno. L'obbligo di pagare la tassa cessa all’atto della restituzione delle targhe di controllo o dell'annullamento della licenza di circolazione. Alcune categorie di veicoli, espressamente indicati nella normativa vigente, sono esentati dal pagamento della tassa. E da oggi tra questi figurano anche i veicoli noleggiati dalla protezione civile nell’ipotesi di determinati interventi.
 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/svizzera-sul-traffico-pesante-dal-primo-marzo-si-cambia