Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Ue, focus sulle imposte green.
Nel 2017 riscossi 369 miliardi

Gli ultimi dati Eurostat hanno registrato che dal 2002 il gettito dei tributi a scopo ecologico è aumentato in media del 2,2% all'anno

Thumbnail

Le entrate pubbliche derivanti dalle tasse ambientali nell’Ue valgono 369 miliardi di euro, in aumento di 104 miliardi dal 2002 al 2017. È quanto emerge dai dati Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione Europea, secondo cui in sedici anni il gettito delle imposte a sfondo ecologico applicate nei Paesi Ue è aumentato sia in termini assoluti sia in termini percentuali, anche se è diminuito dal 6,8% al 6,1% nel 2017 rispetto al totale degli introiti pubblici da imposte e contributi sociali in Ue. All’interno dell’universo delle imposte green europee, le imposte sull’energia hanno rappresentato oltre i tre quarti delle entrate totali da imposte ambientali (77% del totale), collocandosi prima delle imposte sui trasporti (20%) e di quelle sull'inquinamento e sulle risorse (3%).

Lettonia in testa per tasse ambientali su totale entrate fiscali
La percentuale delle tasse ambientali sul totale delle entrate da imposte e contributi sociali varia molto negli Stati membri dell’Ue. Nel 2017 la Lettonia ha registrato la percentuale più elevata di tasse ambientali (11,2%), precedendo altri quattro Stati membri dell’Unione con una quota di almeno il 9%: Slovenia e Grecia (entrambi il 10,2%), Croazia e Bulgaria (entrambi il 9,1%). All’estremo opposto, Lussemburgo (4,4%), Germania (4,6%), Svezia (4.9 %), Francia e Belgio (entrambi al 5%) hanno registrato le quote più basse di tasse ambientali, seguite dalla Slovacchia e Spagna (entrambi 5,4%), Austria (5,7%) e Repubblica Ceca (5,9%).
Dal 2002 al 2017, il gettito totale delle imposte ambientali nell’Ue è aumentato in media del 2,2% all'anno, mentre il Pil ai prezzi di mercato è salito a una media annuale del 2,6%.
Nel 2017, il livello del gettito totale delle imposte ambientali nell’Ue è stato di circa 104 miliardi di euro in più rispetto al 2002. Rispetto al Pil, il maggior livello di entrate fiscali derivanti dalle tasse ambientali è stato registrato nel 2017 in Grecia (4%), seguito da Slovenia e Danimarca (entrambi 3,7%), Lettonia (3,5%), Croazia (3,4%) e Paesi Bassi e Italia (entrambi 3,3%).

Le tasse ambientali categoria per categoria Le statistiche di Eurostat distinguono quattro diverse categorie di tasse ambientali relative a energia, trasporti, inquinamento e risorse; l’imposta sul valore aggiunto (Iva) è esclusa dal campo di applicazione delle tasse ambientali. Dal rapporto dell’ente emerge che le tasse sull’energia rappresentano la categoria più significativa di tasse pro ambiente in Repubblica Ceca, Romania, Lussemburgo e Lituania, dove hanno rappresentato nel 2017 più di nove decimi del gettito totale delle imposte ambientali. Le imposte sull’energia hanno solo leggermente superato il 50% delle entrate derivanti dalle tasse ambientali a Malta (50,8%), e rappresentavano solo il 54-56% del totale in Danimarca (53,8%) e nei Paesi Bassi (55,7%). Le tasse sui trasporti costituiscono, invece, il secondo maggior contributo al gettito totale delle imposte ambientali, registrando il 41,6% in Danimarca,  il 40,8% a Malta, il 37,2% in Irlanda e il 36,4% in Austria. Le tasse sull’inquinamento e sulle risorse naturali rappresentano una quota relativamente modesta del gettito totale delle imposte ambientali. Tuttavia, in tre Stati membri dell’Ue, i Paesi Bassi (13,1%), l’Ungheria (10,7%) e l’Estonia (10,1%), l’inquinamento e le tasse sulle risorse sono una fonte relativamente importante di entrate fiscali ambientali.

La definizione di tassa eco-friendly Secondo l’Eurostat, una tassa ambientale è un'imposta la cui base imponibile è un'unità fisica di qualcosa che ha un impatto negativo specifico e comprovato sull'ambiente e che è definita nel sistema dei conti europeo (ESA 2010) come una tassa. La quota delle tasse ambientali fa parte dell’insieme degli indicatori utili a monitorare la sostenibilità dell’economia dell’Ue nell’ambito dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile che prevede 17 obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/ue-focus-sulle-imposte-green-nel-2017-riscossi-369-miliardi