Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Ungheria, una sola anima fiscale
per un risultato in linea con la Ue

Dal 1° gennaio operativa la nuova Amministrazione che ingloba in sé le funzioni di due strutture separate

Thumbnail
“Rafforzare l’economia ungherese e la stabilità sociale; combattere i reati di natura economica; offrire un supporto per una gestione equilibrata, trasparente e sostenibile del bilancio statale; sviluppare la competitività dello Stato ungherese”. Questi sono alcuni dei punti chiave che descrivono la mission del National Tax & Customs Administration (il NTCA), la nuova Amministrazione Finanziaria ungherese, attiva dal 1° gennaio di quest'anno.    Una riforma in linea con le attese dell’Europa La neonata struttura è soltanto uno degli ultimi tasselli di un processo riformatore finalizzato ad allineare il sistema fiscale magiaro alla normativa comunitaria. Ultima tappa di questa evoluzione è il nuovo assetto organizzativo messo in atto con la Legge n. 122/2010, che ha unificato in un’unica amministrazione la “Hungarian Tax and Financial Control Administration” (16 mila impiegati) e la “Hugarian Customs and Finance Guard” (7 mila addetti), con un organico costituito da circa 23 mila unità lavorative.    La normativa istitutiva La struttura e le funzioni del NTCA, in linea con gli obiettivi perseguiti dal Governo, sono stati definiti in via preliminare con le disposizioni presenti nella Legge n. 122/2010 e nel “Memorandum of Association of NTCA”, firmato dal Primo ministro ungherese. Importanti sono le aspettative riposte nel preambolo della legge sulla neonata amministrazione: un’attività di riscossione più efficace ed efficiente, con elevati livelli qualitativi nell’erogazione dei servizi, ed una particolare attenzione rivolta al contribuente. Si richiede, altresì, un maggiore impegno nella lotta contro gli illeciti di natura finanziaria, un migliore scambio delle informazioni di natura fiscale, e una semplificazione nelle procure interne.   La ripartizione delle competenze A seguito di tali attese, è stata attribuita al NTCA piena competenza in materia impositiva, con il conferimento di funzioni di base che spaziano dall’amministrazione di tasse, imposte e contributi previdenziali, all’applicazione di accise e dazi doganali. Inoltre, alla neonata Amministrazione Finanziaria sono stati attribuiti ampi poteri investigativi volti al contrasto delle frodi fiscali, all’accertamento di violazioni della normativa sui diritti d’autore e, in generale, alla lotta a qualunque tipologia di illecito di natura economico-finanziaria.    La struttura organizzativa A livello organizzativo, la nuova struttura amministrativa è stata suddivisa in tre principali livelli: centrale, regionale e locale, ognuno con dei compiti prestabiliti. Al vertice del NTCA siede il Presidente, affiancato da sette Vice-Presidenti. Questi ultimi, tutti membri del Consiglio di Amministrazione, sono a capo dei seguenti dipartimenti: (1) Criminal Investigation, (2) Customs, (3) Tax, (4) Information Technology, (5) Strategy, (6) Resource Management ed (7) External Relations.  La restante parte degli uffici centrali è sotto il diretto controllo del Presidente. Nella suddivisione delle funzioni e delle competenze si è posta attenzione alle disposizioni indicate dalla legge istitutiva del NTCA. Difatti, per garantire più alti livelli di legalità, il dipartimento con funzioni di audit e vigilanza interna è stato separato dagli uffici con mansioni tipicamente operative. Il primo dipende direttamente al Presidente, i secondi, invece, sono sotto il controllo dei Vice-Presidenti. L’educazione professionale e la formazione sono state concentrate in un singolo dipartimento, al fine di garantire al personale impiegato un efficiente raggiungimento dei requisiti tecnici. In ultimo, un ruolo chiave è stato assegnato all’Information Technology, che svolge un’attività di supporto finalizzata ad aumentare l’efficienza delle funzioni di core business.




organigramma fisco ungherese




Integrazione e separazione Allo stato attuale, tuttavia, soltanto a livello centrale si è messo in atto un vero e proprio percorso di integrazione degli organici appartenenti alle due precedenti amministrazioni, con la nascita di congiunte unità funzionali. Inoltre, si è riusciti ad affrontare le criticità relative alla determinazione di un unico del sistema salariale, in quanto i due precedenti enti pubblici presentavano livelli retributivi differenti. In ambito regionale e locale, invece, si assiste ancora ad una marcata separazione fra gli uffici aventi competenza in materia doganale, fiscale ed investigativa, ognuno con proprie Direzioni Regionali e Direttori di Contea.


struttura amministrazione finanziaria ungherese



Gli obiettivi da realizzare In conclusione, si può facilmente intuire come, a quasi un anno dalla sua nascita, il National Tax & Customs Administration necessiti di una maggiore integrazione a tutti i livelli della propria struttura organizzativa.  Inoltre, si è avvertito il bisogno di attribuire ad ogni contribuente un “unico codice identificativo”, in quanto ogni precedente amministrazione ha impiegato dei propri identificativi, al fine di garantire una maggiore tutela dei dati sensibili. Tale situazione, ad oggi, ha implicato non poche difficoltà nella gestione delle banche dati a disposizione. Per ovviare a questi inconvenienti e favorire una maggiore convergenza verso standard aziendali unificati, nel biennio 2011-2012 il NTCA si è prefissato, fra l’altro, di implementare un sistema informatico comune a tutti i propri uffici, finalizzato al superamento delle divergenze ereditate delle precedenti strutture amministrative.     FONTI • Act 122/2010 on the National Tax & Customs Administration (NTCA); • Memorandum of Association of NTCA, firmato dal primo Ministro Ungherese; • Strategy of the National Tax and Customs Administration of Hungary  
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/ungheria-sola-anima-fiscale-risultato-linea-ue