Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Argentina: l'AFIP in missione a Roma
studia il modello della G.di F.

L’incontro ha permesso di approfondire le strategie della Guardia di finanza

Thumbnail
L'Amministrazione fiscale argentina (AFIP), nel quadro della collaborazione con le Amministrazioni finanziarie europee ed extraeuropee, ha condiviso la propria esperienza in materia di controlli fiscali e rapporti con i contribuenti con i militari della Guardia di finanza.

Nel quadro della linea di azione del compimento volontario degli obblighi tributari, progetto sviluppato dal programma Eurosocial II, finanziato dall’Unione europea e con la collaborazione della missione italiana presso il Ciat, è stata organizzata una visita di interscambio di esperienze tra personale della Guardia di finanza italiana e funzionari tributari dell’Afip argentina. Al centro dell’incontro a più voci l’analisi di gestione dei rapporti con i contribuenti, le metodologie di contrasto all’evasione e le metodologie di riscossione delle imposte. L’incontro si è svolto di recente a Roma presso la sede della Direzione generale della Guardia di finanza.

Negli ultimi anni l’Amministrazione finanziaria argentina ha investito buona parte delle sue risorse umane e finanziarie per consolidare la sua strategia di gestione amministrativa nei riguardi dei contribuenti e della riscossione. Per raggiungere i propri obiettivi di missione, ha adottato un modello basato sulla segmentazione dei contribuenti, sia per settore di lavoro che per rilevanza fiscale. A partire dal 2014 la Afip ha poi operato per lo sviluppo di maggiori e migliori ‘’controlli estensivi della riscossione’’.
Con l’obiettivo di rinforzare i processi di gestione, servizio e controllo, la Afip nel quadro dei rapporti di scambio mantenuti con la Guardia di Finanza, ha avuto l’opportunità di approfondire alcuni meccanismi che sono considerati all’avanguardia e acquisire nuovi elementi che consentono un migliore analisi del rischio nell’ambito della programmazione dei controlli e del funzionamento delle rispettive applicazioni informatiche. In questo ambito sono state anche approfondite le strategie utilizzate per il lavoro di analisi e per l’elaborazione di progetti e piani operativi su settori specifici di contribuenti.

Sostenere le politiche governative di 18 Paesi dell'America Latina finalizzate ad incrementare la coesione sociale. Questo l'obiettivo del programma della Commissione europea Eurosocial II, operativo da aprile 2011, e interamente finanziato da una sovvenzione comunitaria. L'iniziativa, della durata di quattro anni, viene attuata mediante azioni di assistenza tecnica e di scambio tra Amministrazioni pubbliche europee e latinoamericane e/o tra Amministrazioni pubbliche latinoamericane. Tra l'altro il programma coadiuva i processi di riforma e i piani di sviluppo previsti dalle agende di governo dei Paesi beneficiari. Dieci sono le aree tematiche a cui fanno riferimento le azioni che sono state progettate tenendo conto delle indicazioni dei governi dell'America Latina. Tra queste figurano Finanze pubbliche, Sanità, Giustizia, Sicurezza, Decentramento ed Educazione, Politiche attive del lavoro, Istituzionalizzazione e sviluppo delle politiche pubbliche sociali, Dialogo sociale, Istituzionalità democratica. Sette sono invece i soci europei e latinoamericani a cui è stata affidata la regia del programma e che coordinano azioni specifiche condotte da istituzioni pubbliche delle due aree geografiche.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/argentina-lafip-missione-roma-studia-modello-della-gdi-f