Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Beps: dal G20 ok a raccomandazioni
Ocse sul piano d’azione

Approvate le misure che fanno riferimento a un documento pubblicato il 16 settembre

Thumbnail
Sono sette le raccomandazioni Ocse, sulle 15 previste, che i ministri delle Finanze del G20, nel corso dell’incontro di Cairns in Australia del 21 settembre, hanno approvato e che sono parte integrante del piano d'azione BEPS.

Acronimo di Base Erosion On Profit Shifting, vale a dire erosione dell'assetto fiscale e trasferimento degli utili, il piano BEPS, avviato su impulso del G20, è stato presentato il 20 maggio dello scorso anno durante la riunione del Consiglio ministeriale dell’Ocse. L'intento del progetto è di ostacolare il fenomeno dell’erosione della base imponibile. 

Le raccomandazioni sono contenute in un documento dell’Ocse (Explanatory Statement) pubblicato il 16 settembre. Le misure che il G20 ha dato mandato all’Ocse di individuare per meglio combattere l’evasione fiscale internazionale riguardano:
  • la tassazione dell'economia digitale (Azione 1);
  • le modalità di utilizzo degli strumenti finanziari ibridi (hybrid mismatch arrangements) (Azione 2);
  • il contrasto alle pratiche fiscali dannose (Azione 5);
  • il contrasto al treaty shopping ovvero l’abuso delle singole disposizioni di diversi trattati (Azione 6);
  • i prezzi di trasferimento e gli intangibles (brevetti, marchi) (Azione 8);
  • la documentazione sui prezzi di trasferimento attraverso il modello country by country (Azione 13);
  • gli studi di fattibilità finalizzati a mettere a punto uno strumento giuridico multilaterale di modifica dei trattati bilaterali per facilitare un'adozione uniforme delle misure BEPS nei paesi partecipanti (Azione 15).
In una dichiarazione esplicativa allegata al documento, l'Ocse rileva che la maggior parte delle raccomandazioni non sono ancora definitive, in quanto il loro contenuto dipenderà dall'esito del lavoro dell’organizzazione parigina sulle restanti otto azioni BEPS  con cui interagiscono, in particolare sui prezzi di trasferimento. Solo i report sulle azioni 1 e 15 sono da considerare definitive. L’Ocse pensa di mettere a punto ulteriori orientamenti, in particolare sulle azioni 2, 6 e 13.

In una nota del 22 settembre 2014 l’organizzazione parigina precisa di aver ricevuto dal G20 un mandato per sviluppare un modello in grado di sostenere le azioni BEPS nei Paesi in via di sviluppo attraverso l’avvio di progetti pilota e per favorire lo scambio automatico di informazioni.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/beps-dal-g20-ok-raccomandazioni-ocse-sul-piano-dazione