Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

BEPS: per lo scambio delle relazioni
pronto il formato elettronico

Pubblicato dall’Ocse il modello unitamente a un manuale di istruzioni per l’uso

Thumbnail
Lo scorso 22 marzo l’OCSE ha pubblicato il formato elettronico standard XML per lo scambio automatico d’informazioni cd. Contry-by-Country (CBC) Report per singolo Stato, unitamente alla relativa Guida per gli utenti, reperibile al seguente indirizzo web
 
La pubblicazione dello Schema informatico CBC XML è parte del lavoro dell’OCSE finalizzato a garantire l’attuazione rapida ed efficace del cd. pacchetto BEPS, approvato mese di novembre del 2015 dai Leader del G20.
Il progetto OCSE/G20 BEPS – Base Erosion and Profit Shifting Project definisce quindici azioni chiave per la riforma del quadro normativo fiscale internazionale, nell’ottica di garantire che i redditi prodotti dai gruppi multinazionali vengano dichiarati negli Stati in cui le attività economiche sono svolte ed il valore viene creato. In particolare, il progetto BEPS fornisce soluzioni per i Governi nazionali, finalizzate a colmare quelle lacune nelle norme internazionali che consentono ai redditi imponibili delle imprese multinazionali di essere artificialmente dirottati verso giurisdizioni con livelli di imposizione più bassi, dove le imprese non hanno svolto nessuna attività economica.
 
Il CbC Report, da trasmettere per via elettronica, aiuterà le Amministrazioni fiscali ad ottenere una completa comprensione del modo in cui le imprese multinazionali strutturano le loro operazioni, fornendo annualmente informazioni chiave sull’allocazione globale dei redditi e delle imposte pagate, insieme ad altri indicatori della localizzazione delle attività economiche svolte dai gruppi, come previsto dall’Action n. 13 del Progetto BEPS (Transfer Pricing Documentation and Country-by-Country Reporting). Costituiranno oggetto di scambio automatico anche il numero di dipendenti delle singole entità del gruppo, la composizione del capitale, delle riserve di utili e dei tangible assets localizzati in ciascuno Stato. Saranno, inoltre, scambiate le informazioni su quali entità di un singolo gruppo intrattengono rapporti con particolari giurisdizioni, nonché l’attività svolta da ciascuna impresa componente.
 
Le informazioni da trasmettere con il CbC Report saranno acquisite dall’Amministrazione dello Stato di residenza della singola Reporting Entity del gruppo multinazionale e trasmesse con il formato CbC XML alle Amministrazioni degli altri Stati, in virtù dell’adesione dei singoli Paesi al Multilateral Competent Authority Agreement on the Exchange of CbC Reports (cd. CbC MCAA), che l’Italia ha sottoscritto lo scorso 27 gennaio, assieme ad altri 31 Stati.
 
Il primo scambio di informazioni è previsto per il 2018, con le informazioni relative al periodo d’imposta 2016. Il CbC Report non si applica ai gruppi con ricavi annui consolidati nel precedente anno d’imposta inferiori a 750 milioni di euro.
 
La Guida per l’utente fornisce ulteriori informazioni ed indica i dati che devono essere inclusi in ogni record da trasmettere. Esso contiene, inoltre, indicazioni su come apportare correzioni di un record di dati all’interno di un file.






 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/beps-scambio-delle-relazioni-pronto-formato-elettronico