Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Colombia: la riforma fiscale fa bene
all’economia e alla crescita

A ricordarlo è l’Ocse nell’ultimo Rapporto dedicato agli investimenti

Thumbnail
L’Ocse ha pubblicato l’ultimo outlook economico della Colombia secondo cui l’economia del Paese ha registrato buoni risultati negli ultimi anni, posizionandosi tra i Paesi dell’America Latina con la più veloce crescita, ma deve avviare una riforma fiscale che possa incentivare gli investimenti e la crescita. L’ente ha identificato alcune politiche critiche per la crescita futura della Colombia e per la riduzione degli alti livelli di diseguaglianza del reddito. Una riforma fiscale è necessaria per rendere il sistema tributario più favorevole per gli investimenti e più efficiente.
 
Una crescita stimata intorno al 4,5%
Secondo l’Ocse, il Paese è proiettato per crescere vicino al 4,5% nei prossimi anni, nonostante le condizioni esterne meno favorevoli. L’economia colombiana ha presentato un forte dinamismo e le sue politiche macroeconomiche sono solide, ma il declino dei prezzi dell’olio e del carbone rappresenta una sfida per la crescita sostenibile. Mentre la riforma tributaria del 2012 ha avuto un impatto positivo sulla creazione di posti di lavoro e la legge fiscale approvata lo scorso dicembre costituisce anche uno step nella direzione giusta, sono necessarie ulteriori misure come una riforma fiscale che sia onnicomprensiva e possa spingere sia gli investimenti che la crescita e migliorare il benessere dei colombiani. La nuova riforma  potrebbe avere come prima priorità quella di rafforzare l’amministrazione fiscale per la lotta all’evasione e migliorare la capacità di accrescere le entrate tributarie. Allo stesso tempo misure come allargamento della base imponibile del reddito delle società, riduzione delle aliquote e semplificazione del sistema fiscale dovrebbero essere attuate gradualmente, data la necessità di incrementare le entrate tributarie per finanziare le spese per interventi sociali e continuare con il consolidamento fiscale.
 
Le raccomandazioni dell’Ocse
L’evasione fiscale è molto diffusa in Colombia e le entrate fiscali, pari a circa il 20% del Pil, sono basse, se confrontate con le performance dei paesi Ocse o di alcuni Paesi dell’America Latina.
L’Ocse, nel report, ha anche suggerito alcune raccomandazioni come quella di ridurre l’evasione fiscale tramite un potenziamento dell’attività dell’amministrazione fiscale e delle sanzioni.
Puntare sul rafforzamento dell’amministrazione fiscale ridurrebbe, infatti, l’evasione poiché si potrebbe investire su capacità tecniche e su risorse umane in grado di utilizzare le nuove tecnologie per individuare aree in cui potenziali di frodi. Le sanzioni delle frodi potrebbero essere aumentate, seguendo la pratica generale dei paesi Ocse e rendendo l’evasione nazionale ed estera un vero e proprio reato. Un’altra raccomandazione è quella di avviare una nuova riforma fiscale per aumentare l’adempimento spontaneo degli obblighi tributari. L’ente ha poi consigliato di rendere l’imposta sul reddito personale più progressiva attraverso la tassazione dei dividendi e l’eliminazione di esenzioni regressive; ridurre il carico fiscale sugli investimenti alleggerendo l’imposta sul reddito delle società; allargare la base imponibile dell’imposta sul reddito delle società; aumentare l’aliquota standard Iva, se più entrate fiscali sono necessarie.
 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/colombia-riforma-fiscale-fa-bene-alleconomia-e-alla