Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Croazia: firmato accordo europeo
per le piccole e medie imprese

L’intesa permetterà alle aziende di accedere a finanziamenti a tassi agevolati

Thumbnail
Concedere prestiti a tassi agevolati per 350 milioni di kune (45,7 milioni di euro) alle piccole e medie imprese croate. In estrema sintesi è il principale obiettivo dell'accordo sottoscritto dal Fondo europeo per gli investimenti (FEI) e dalla Privredna Banka Zagreb (PBZ), secondo gruppo bancario per importanza in Croazia. L'intesa è stata firmata nell'ambito del programma comunitario per la competitività delle imprese e delle PMI (COSME) ed è stata resa possibile grazie anche al sostegno del Fondo europeo per gli investimenti strategici (EFSI), il pilastro centrale del piano di investimenti della Commissione europea per l'Europa.

Intanto la Banca europea per gli investimenti (BEI) ha firmato il 16 febbraio scorso un contratto di 900 milioni di corone svedesi (94 milioni di euro), per sostenere gli investimenti nelle infrastrutture locali nei Paesi nordici attraverso la piattaforma di investimento "Infranode I". Questo accordo è stato reso possibile grazie al sostegno del Fondo Juncker, il pilastro centrale del piano Juncker della Commissione europea per l’estensione dell’EFSI e il cui obiettivo è di aumentarne la capacità, durata e i punti di forza.

La piattaforma di investimento "Infranode I" ora ha raggiunto un totale di 3,35 miliardi di corone svedesi (350 milioni di euro) per investimenti in infrastrutture essenziali nei Paesi nordici. Altre istituzioni che hanno investito insieme alla BEI comprendono i gruppi Folksam, KPA Pension e la Fondazione IMAS.

La Croazia, poi, ha annunciato, a partire da gennaio 2017, una serie di interventi sul sistema tributario con modifiche alla legislazione vigente e che dovrebbero entrare in vigore tra il 2017 e il 2019. In ambito Iva invece delle attuali tre aliquote (25%, 13%, 5%), soltanto due dovrebbero rimanere in vigore (25% e 13%), con taluni beni e servizi riassegnati. Dal 20 al 18% dovrebbe anche scendere l’attuale aliquota di tassazione sugli utili o sui redditi societari così come sono stati annunciati interventi sulla tassazione dei redditi delle persone fisiche con due aliquote (24% e 36%) al posto delle tre attuali (12%, 25%, 40%).
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/croazia-firmato-accordo-europeo-piccole-e-medie-imprese