Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Islanda: è… Ufficiale
l'ingresso nella lista bianca

A indicarlo la pubblicazione nella Gazzetta della Repubblica italiana

Thumbnail
L'inserimento dell'Islanda nella cosiddetta white list o lista bianca è un fatto giuridico, operativo a tutti gli effetti. A stabilirlo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 21 del 24 gennaio 2013 del decreto del ministero dell'Economia e delle Finanze dell'11 gennaio che interviene modificando il precedente, quello del 4 settembre 1996 per intendersi. Il decreto entrerà in vigore il 9 febbraio.
 
Con quel decreto era infatti stato approvato l'elenco degli Stati disponibili allo scambio di informazioni in base a quanto indicato nelle Convenzioni internazionali sulla doppia imposizione. A quell'elenco oggi si aggiunge anche l'Islanda che, con l'Italia, ha firmato una convenzione per evitare le doppie imposizioni ratificata con una legge dello Stato, la n. 138/2008, ed entrata in vigore il 14 ottobre del 2008.
 
Conclusione di convenzioni bilaterali per prevenire le doppie imposizioni, semplificazione amministrativa, riduzione delle aliquote, allargamento della base imponibile. Sono questi alcuni dei principali obiettivi su cui si è concentrata negli ultimi anni la politica fiscale dello Stato islandese e a cui sono stati dedicati gli sforzi del governo e delle istituzioni. Una serie di obiettivi che non sono soltanto funzionali all'incremento della competitività delle imprese ma anche a far sì che la destinazione dell’Islanda possa rappresentare una fonte di attrazione per gli investimenti esteri. 
 
Nel 2011 il Rapporto Ocse ha evidenziato che il programma globale concordato con il FMI per superare i problemi connessi alla crisi finanziaria era arrivato a buon punto. In particolare sul fronte della recessione, della crescita economica e dell'inflazione. Il governo ha iniziato a mettere le finanze pubbliche su un sentiero sostenibile con un programma di risanamento del bilancio concordato con l'FMI. Il deficit di bilancio è destinato a scendere al di sotto del 3% del PIL nel 2012 e un piccolo avanzo dovrebbe essere raggiunto entro la fine di quest'anno.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/islanda-e-ufficiale-lingresso-nella-lista-bianca