Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Islanda, semaforo verde al regime sulle Cfc

Le nuove regole si applicheranno a partire dal 2011 sui redditi prodotti nel 2010

Thumbnail
Anche l'Islanda ha adottato il regime sulle controlled foreign company destinato a contrastare la pratica elusiva volta a delocalizzare porzioni di reddito imponibile verso i cosiddetti paradisi fiscali per il tramite di società partecipate. La norma di contrasto in questione, come è noto, è basata sull'imputazione per trasparenza al soggetto residente dei redditi prodotti dalla controllata estera residente nel Paese a bassa fiscalità, indipendentemente dalla effettiva percezione di dividendi. Pertanto, in base alle nuove regole che hanno emendato l'Income Tax Act, verrà tassato in Islanda il reddito prodotto dalla controllata residente nel paradiso fiscale ogni qualvolta la partecipazione in quest'ultima, anche indiretta, sia superiore al 50 per cento del capitale sociale (o comunque garantisca la maggioranza dei diritti di voto in assemblea). Il reddito imputabile per trasparenza sarà determinato applicando la normativa fiscale islandese sul reddito d'impresa, mentre è la stessa norma che identifica il Paese a fiscalità privilegiata come quello in cui l'aliquota sui redditi societari sia inferiore ai due terzi di quella islandese. Fatto sta che l'aliquota fiscale sui redditi societari in Islanda è, di per sé, tra le più contenute in Europa ed è difatti fissata al 15% per l'anno d'imposta 2009. La norma in esame non sarà applicata alle società controllate residenti nell'area economica europea, purché ivi esercitino un'attività economica effettiva, e alle società controllate  residenti in Stati con cui l'Islanda abbia sottoscritto una convenzione contro le doppie imposizioni, anche qualora tale Stato estero possa essere classificato come paradiso fiscale ai sensi della norma fiscale islandese. Particolari obblighi sono stati fissati a carico delle banche e delle istituzioni finanziarie concernenti lo scambio automatico di informazioni, mentre, d'altro canto, i consulenti fiscali saranno tenuti a mantenere uno speciale registro nel quale dovranno essere annotate informazioni che mettano in grado di identificare il cliente  (e le proprie controllate estere). Tale registro sarà accessibile su richiesta da parte dell'amministrazione fiscale. Le nuove regole si applicheranno a partire dal 2011 sui redditi prodotti nel 2010.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/islanda-semaforo-verde-al-regime-sulle-cfc