Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Iva: in rete le note esplicative
sulle norme in vigore dal 2015

Il documento fornisce indicazioni sulla legislazione comunitaria

Thumbnail
Un orientamento pratico e informale sull’applicazione della nuova normativa dell’Unione europea in conformità ai pareri dalla DG TAXUD. Questa è in estrema sintesi la principale caratteristica delle note esplicative sulle modifiche apportate al sistema dell’Iva nell'Unione europea, pubblicate il 30 luglio sul sito della Commissione europea. Il documento, edito in tutte le 23 lingue dell’Unione europea, riguarda l’applicazione delle nuove norme in materia di Iva relative al luogo delle prestazioni di servizi di telecomunicazione, di teleradiodiffusione e di servizi prestati tramite mezzi elettronici.
 
L’obiettivo delle note esplicative, che non sostituiscono gli orientamenti del comitato Iva, è di permettere agli Stati membri e alle imprese di prepararsi e conformarsi meglio e tempestivamente ai futuri cambiamenti che coinvolgeranno in primis i fornitori comunitari di servizi elettronici, delle telecomunicazioni e radiodiffusione, e di farlo con maggiore uniformità. In particolare fornire chiarimenti sull’applicazione pratica delle nuove norme relative al luogo delle prestazioni di servizi di telecomunicazione, di teleradiodiffusione e di servizi prestati tramite mezzi elettronici, comprendere il significato di determinate questioni trattate negli articoli del regolamento di esecuzione n. 1042 del 2013, che interviene, modificando, il regolamento di esecuzione Ue n. 282 del 2011. In base a queste nuove norme, le prestazioni si considereranno effettuate nel Paese Ue del destinatario e non in quello di chi presta il servizio.
 
Il documento, disponibile all’indirizzo web, è il risultato di un lavoro di collaborazione tra gli Stati membri e le imprese che hanno provveduto a trasmettere alla Commissione i propri suggerimenti anche attraverso le risultanze di un seminario condotto nell’ambito del programma comunitario Fiscalis. A questo evento hanno fatto seguito una consultazione nell’ambito del comitato Iva e una riunione ad hoc che ha visto protagonisti tutti gli operatori coinvolti nell’operazione.
 
Le note esplicative coprono le recenti modifiche apportate in materia di luogo delle prestazioni di servizi ma con interventi più ampi rispetto alle specifiche linee guida sul Mini-One-Stop-Shop, in acronimo MOSS, il portale web per l’Iva di e-commerce, Tlc, radio e Tv che ogni Stato membro ha messo a punto, pubblicate nell’ ottobre 2013 e i recenti interventi sulla revisione contabile pubblicati a giugno di quest’anno. Come per gli orientamenti sul Mini-One-Stop-Shop, le note esplicative non sono giuridicamente vincolanti e dovrebbero essere considerate un work in progress, non un prodotto  finale.
 
Intanto tra meno di due mesi, il primo ottobre per la precisione, prenderà il via la prima delle operazioni previste per l’applicazione delle nuove norme in materia di Iva relative al luogo delle prestazioni di servizi, vale a dire la registrazione degli operatori commerciali sui portali web MOSS, Mini One stop Shop. Lo strumento consente a un prestatore di scegliere di dichiarare l’Iva dovuta negli Stati membri nei quali non è stabilito. L’operazione permetterà ai soggetti passivi Iva di versare l’imposta dovuta sui servizi di telecomunicazione, teleradiodiffusione ed elettronici, resi in altri Stati Ue a persone che non sono soggetti passivi Iva (Business to Consumer – B2C), evitando il tal modo al fornitore di doversi registrare in ogni Stato di consumo. Dal primo gennaio 2015, invece, prenderà il via ufficiale il regime opzionale.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/iva-rete-note-esplicative-sulle-norme-vigore-dal-2015