Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Lista Ue dei Paesi non collaborativi.
Fuori Emirati arabi e Isole Marshall

Nella seduta di oggi, l’Ecofin ha anche approvato l’uscita dalla lista grigia di Albania, Costa Rica, Mauritius, Serbia e Svizzera

Thumbnail

Si accorcia la lista Ue delle giurisdizioni fiscali non cooperative ai fini fiscali. Nella seduta di oggi, il Consiglio Economia e Finanza dell’Unione europea ha infatti avallato la fuoriuscita degli Emirati Arabi Uniti e delle Isole Marshall, dalla blacklist europea dei Paesi non collaborativi, portando così l’elenco da 11 a 9 giurisdizioni.
Albania, Costa Rica, Mauritius, Serbia e Svizzera fuoriescono invece dalla lista dei Paesi sotto monitoraggio Ue, dal momento che tutti e cinque i Paesi hanno concluso e rispettato gli impegni assunti in precedenza per modificare la propria normativa tributaria secondo le richieste formulate dall’Unione, dalla modifica o rimozione di regimi preferenziali valutati a rischio elusivo, all’adesione alle forme di cooperazione internazionale previste dal progetto Beps di Ocse/G20.

Un elenco a 9 voci
La lista Ue delle giurisdizioni non cooperative, istituita nel dicembre 2017, raggruppa i Paesi considerati dall’Ue non adeguati a uno o più standard minimi riguardo trasparenza fiscale, equa imposizione e impegno nelle regole internazionali contro l’erosione delle basi imponibili e il trasferimento degli utili. A seguito dell’aggiornamento di oggi, permangono nella lista 9 giurisdizioni: Samoa americane, Belize, Figi, Guam, Oman, Samoa, Trinidad e Tobago, Isole Vergini degli Stati Uniti e Vanuatu.

Per Emirati Arabi Uniti e Isole Marshall ok sull’attività economica effettiva
Per entrambe le giurisdizioni uscenti, Emirati Arabi Uniti e Isole Marshall, l’elemento dirimente per la decisione dell’Unione è stata l’adozione da parte di entrambe di una disciplina ad hoc sull'attività economica effettiva sufficientemente conforme agli standard europei. Gli Emirati Arabi Uniti da oggi non compaiono più in nessuna delle due liste Ue in materia di cooperazione, mentre le Isole Marshall sono transitate dalla lista "nera” dei Paesi non collaborativi alla lista “grigia” dei Paesi sotto monitoraggio, ovvero quella dei Paesi che hanno assunto l’impegno con l’Ue di effettuare specifiche modifiche sulle proprie norme fiscali e ai quali l’Unione ha accordato del tempo per attuarle. Per quanto riguarda le Isole Marshall, la giurisdizione situata a largo dell’Oceano Pacifico ha già adottato lo scorso 15 agosto una modifica del proprio regolamento sull’attività economica effettiva, tuttavia per la conclusione del periodo di osservazione si attende il giudizio del Global Forum Ocse.

Più corta anche la lista grigia
Il Consiglio dei Ministri dell’Economia Ue ha anche deciso l’uscita dal proprio monitoraggio di Albania, Costa Rica, Mauritius, Serbia e Svizzera. Tutti e cinque i Paesi, infatti, hanno adottato nella propria legislazione tutte le riforme richieste con una tempistica più breve rispetto al termine stabilito, facendo decadere la necessità del monitoraggio sugli impegni da parte delle autorità di vigilanza Ue.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/lista-ue-dei-paesi-non-collaborativi-fuori-emirati-arabi-e