Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Ocse: in rete due nuovi Rapporti
su crescita e sviluppo sostenibile

Entrambi sono dedicati all’Unione europea e a quella economico-monetaria

Thumbnail
Le riforme per rafforzare il settore bancario, per rendere più competitivo il mercato unico e incentivare lo sviluppo di un’economia europea sostenibile sono cruciali in questo momento per l’Unione. Con queste parole, il segretario generale dell’Ocse, Angel Gurrìa e il vicepresidente della Commissione europea, Joaquìn Almunia, hanno presentato a Bruxelles i due report “The Economic Survey of the EU" e “The Euro area survey”, pubblicati dall’Organizzazione con sede a Parigi.
 
Crescita economica, mercato unico e sviluppo di un’economia sostenibile le principali priorità individuate da “The Economic Survey of the EU”. Il report evidenzia la recente timida ripresa della crescita economica europea, sottolineando le riforme attuate per uscire dalla crisi da Irlanda, Grecia, Spagna e Portogallo, gli Stati “deboli” dell’Unione.
Sul fronte della crescita economica, gli esperti Ocse spiegano come la scarsa produttività che ha caratterizzato l’economia degli stati Ue negli ultimi anni non sia stata causata solo dalla crisi mondiale ma anche da problemi strutturali di lungo periodo (le cui origini risalgono agli anni Ottanta) come la pesante pressione fiscale, la rigidità delle normative sul lavoro, le forti barriere alla competitività di mercato e la scarsa innovazione.
 
Gli sforzi compiuti a livello comunitario con i programmi di Europa 2020, Horizon 2020 e con il Semestre europeo non sono ancora riusciti a garantire un pieno coordinamento delle politiche economiche nazionali che non sono ancora abbastanza efficaci, soprattutto sul fronte dell’innovazione e dell’occupazione. Il principale punto debole dell’economia Ue è rappresentato, infatti, dall’alto tasso di disoccupazione, in particolar modo quella giovanile, che in alcuni Paesi supera il 30%. Le raccomandazioni fornite dall’Ocse riguardano principalmente la capacità di rafforzare il ruolo del Semestre europeo per coordinare le politiche nazionali e di Horizon 2020 per incentivare l’innovazione e migliorare il raccordo tra il settore della ricerca e il mercato.
Il report, inoltre, afferma l’importanza per l’Unione europea di sostenere il sistema bancario per garantire un flusso di credito adeguato a privati e imprese e per incentivare la crescita e la produttività.
 
Rafforzare il mercato unico è la seconda direttrice su cui si muove l’analisi Ocse. Secondo l’Organizzazione con sede a Parigi, la libera circolazione di persone, beni, servizi e capitali, garantita dai Trattati dell’Unione, in realtà è ancora ostacolata da barriere tra i vari Paesi membri. Le soluzioni? Migliorare le direttive sui servizi, eliminando i particolare gli ostacoli sull’erogazione cross-border; rafforzare il mercato energetico comune; adottare nuove direttive per garantire la libera circolazione dei lavoratori; eliminare la doppia imposizione sulle pensioni e le differenze tra i gli Stati sull’accesso alle professioni. Infine, è necessario rafforzare gli accordi commerciali bilaterali sia con gli Stati Uniti sia con altri Paesi terzi.
Per quanto riguarda lo sviluppo di un’economia sostenibile, secondo gli esperti Ocse, gli sforzi compiuti dall’Unione sono ancora non del tutto adeguati, Il report sottolinea la necessità di rafforzare il programma “EU Emission Trading Scheme (ETS)”, che regolamenta lo scambio di emissioni gas effetto serra, evitando di creare distorsioni nel mercato interno. È fondamentale, inoltre, garantire la corretta applicazione della direttiva sul risparmio energetico affinché i settori maggiormente inquinanti siano sottoposti alla giusta tassazione.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/ocse-rete-due-nuovi-rapporti-crescita-e-sviluppo