Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Risultati dell’Eurobarometro di primavera

La Commissione europea ha pubblicato i risultati dell’Eurobarometro di primavera (n. 65) rivolto alla popolazione dei venticinque Stati membri dell’Unione europea, Bulgaria, Romania, Turchia, Croazia e alla comunità turco-cipriota. Il sondaggio è stato realizzato tra fine marzo e primi di maggio scorso, su un campione di più di 29 mila intervistati, e presenta uno scenario con luci e ombre. Da un lato il senso di appartenenza all’Ue è cresciuto di un 5 per cento rispetto al 50 per cento ottenuto nell’agosto 2005. I più entusiasti sono gli irlandesi con il 77 per cento di favorevoli, seguono gli olandesi con il 74 per cento, gli spagnoli e i lussemburghesi con il 72 per cento. Gli italiani convinti che sia un bene far parte dell’Ue sono il 56 per cento, in linea con la media europea, mentre gli austriaci, nonostante il semestre di presidenza austriaca appena concluso, chiudono la classifica con solo il 34 per cento.

I vanataggi di appartenere all'Unione
Per quanto riguarda i benefici di appartenere all’Ue, anche in questo campo si registra una lieve crescita rispetto all’anno scorso con il 54 per cento di cittadini europei che considera vantaggioso far parte dell’Unione. Cresce leggermente anche la fiducia nelle istituzioni europee (Commissione, Parlamento e Consiglio) e significativamente l’immagine dell’Ue (la metà esatta degli intervistati ne ha un’immagine positiva).
La fiducia nell'allargamento
Dall’altro lato però soltanto il 45 per cento degli intervistati è favorevole a nuove adesioni all’Ue, mentre il 42 per cento è contrario (un 13 per cento rimane senza opinione). In risalto il fatto che il gap tra favorevoli è contrari si è ridotto di ben 7 punti rispetto all’agosto scorso, mentre i Paesi maggiormente favorevoli a continuare il processo di allargamento sono i nuovi Stati membri. Il risultato è abbastanza scoraggiante tanto che, per approfondire la questione, la Commissione ha annunciato che pubblicherà un Eurobarometro speciale sull’ampliamento. Infine, la principale preoccupazione dei cittadini europei è data dall’occupazione (49 per cento), seguita dall’insicurezza (24 per cento), la situazione economica (23 per cento), il sistema sanitario (18 per cento), l’immigrazione (14 per cento), l’aumento dei prezzi al consumo (13 per cento), il terrorismo (10 per cento), le tasse (7 per cento).
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/risultati-delleurobarometro-primavera