Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Scambio automatico di informazioni
al centro del Global forum Ocse

Oltre 100 giurisdizioni a confronto sui progressi compiuti nella condivisione dei dati finanziari

Thumbnail
Lo scambio di informazioni finanziarie attraverso gli standard Ocse è ormai una realtà consolidata e diffusa. A Punta del Este, in Uruguay, dove si sono riuniti, dal 20 al 22 Novembre scorsi, oltre 200 delegati da tutto il mondo, in occasione del Global Forum on Tax Transparency, in qualche modo si è festeggiato questo successo, che va nella direzione di una sempre più efficace azione di contrasto ai fenomeni evasivi ed elusivi a livello internazionale. Un successo quantificabile in 4.500 scambi bilaterali avvenuti nel 2018 con il nuovo standard di scambio automatico di informazioni (AEOI) , realizzati da 86 giurisdizioni, come emerge dal Rapporto di attuazione AEOI 2018. Le informazioni scambiate attraverso il sistema di trasmissione, messo a disposizione e gestito dal Global Forum, hanno riguardato i conti finanziari che i contribuenti di ciascuna giurisdizione detengono all'estero. La cooperazione fiscale internazionale, dal punto di vista operativo, non si muove comunque soltanto sul fronte dello scambio automatico ma anche su quello delle richieste mirate, tant’è che il Global Forum ha pubblicato quest'anno 22 nuove peer review, relative ad altrettante giurisdizioni, in merito allo scambio di informazioni su richiesta (EOIR). Si tratta di un processo di revisione della corretta applicazione dello standard che ha preso il via nel 2010, molto prima che diventassero realtà lo scambio automatico e le iniziative di trasparenza collegate alle azioni previste dal Beps. 

Punta de Este Declaration: cooperazione rafforzata per l’America latina
Il Global Forum on Tax Transparency è stato anche l’occasione per realizzare un progetto di cooperazione regionale tra i Paesi dell’area latinoamericana. Il 19 novembre, il giorno prima dell’avvio ufficiale dei lavori del Forum, il ministro dell’Economia e delle Finanze uruguaiano, Danilo Astori, ha riunito ministri, rappresentanti di alto livello e alti funzionari dell'America latina per avviare un confronto su come rafforzare gli sforzi regionali per combattere la frode e la corruzione fiscale. L'incontro si è concluso con la firma della Dichiarazione di Punta del Este, in cui Uruguay, Argentina, Panama e Paraguay hanno concordato di lavorare insieme per massimizzare l'uso efficace delle informazioni scambiate nell'ambito degli standard internazionali di trasparenza fiscale, non solo per contrastare l'evasione fiscale, ma anche per combattere la corruzione e altri reati finanziari.
L’accordo, accolto con favore dai delegati del Global Forum, si propone, inoltre, di studiare nuovi strumenti di cooperazione, compreso un uso più ampio delle informazioni scambiate a fini fiscali per contrastare anche altri fenomeni illeciti e di stabilire piani d'azione nazionali per promuovere gli obiettivi di cooperazione internazionale.
 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/scambio-automatico-informazioni-al-centro-del-global-forum