Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Spagna: il fisco motore
di crescita anche nel 2014

Ad affermarlo il premier Rajoy in un incontro con il mondo economico

Thumbnail
"Senza voler essere troppo ottimisti, la situazione è ancora molto grave e gli sforzi ancora da compiere sono grandi ma i dati positivi dimostrano che gli squilibri tradizionali sono stati corretti". Con queste parole il premier Mariano Rajoy ha riconosciuto, in occasione di un incontro con l’Associazione spagnola per il progresso economico, che lo scenario attuale della Spagna non è buono perché il numero di persone senza lavoro si avvicina a sei milioni e nessuna società moderna può rimanere insensibile a queste cifre.    Gli obiettivi da non trascurare Sul fronte interno, le riforme approvate sono finalizzate da un lato a contenere la spesa pubblica e dall’altro ad aumentare le entrate tributarie. Secondo gli ultimi dati ammonta a 6.415 milioni di euro il recupero di quanto ottenuto dalla lotta contro le frodi fiscali, un 15,3% in più rispetto al risultato del primo semestre del 2011. Dell'importo complessivo incassato, 4.933 milioni di euro corrispondono alle azioni di controllo, e rappresentano un 33,7% in più rispetto al primo semestre dello scorso anno. In entrambi i casi, ha ricordato Rajoy, l’obiettivo più importante è e rimane il risanamento del bilancio. Mariano Rajoy ha riconosciuto che "molte di queste misure sono dolorose" ma i risultati di questi sforzi, anche se in piena fase di recessione, stanno iniziando a farsi sentire.    La riforma del mercato del lavoro  Il premier ha confermato la necessità di intraprendere riforme più strutturali e difeso, come uno degli impegni più ambiziosi, la riforma del lavoro. "Nonostante il fatto che siamo ancora in recessione,” ha sottolineato Rajoy, “i primi risultati dell'attuazione della riforma stanno già cominciando a manifestare i propri effetti" , dalla formazione dei lavoratori, soprattutto dei più giovani, all'introduzione del doppio meccanismo di formazione professionale senza trascurare gli importanti vantaggi che potrà avere nei prossimi anni il contratto di apprendistato.   Le ultime cifre dell’economia Il premier ha concluso il suo intervento con un messaggio di speranza, leggendo gli ultimi dati dell’economia In particolare, ha ricordato il premier, il deficit dello Stato è stato ridotto dal 4,26% di agosto al 3,93% di settembre, mentre, secondo gli ultimi dati di giugno, il disavanzo pubblico regionale è pari allo 0,9%. Le cifre evidenziano un aumento della competitività dell'economia spagnola in termini di commercio estero e nel settore del turismo. L'economia spagnola tornerà a crescere nel 2014 e possiamo trarre incoraggiamento da questo fatto ma "un lungo percorso di riforme" resta ancora da fare. Soltanto percorrendolo, ha concluso Rajoy, saremo in grado di mantenere la rotta per crescere e creare nuova occupazione.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/spagna-fisco-motore-crescita-anche-nel-2014