Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Svizzera: il canone Tv prescinde
dal possesso dell’apparecchio

Le aziende elvetiche da quest’anno dovranno fare i conti con l’abbonamento alla televisione

Thumbnail
Dal 1° gennaio 2019, in terra elvetica, il canone televisivo cambia: aziende private e imprese, indipendentemente dal possesso o meno di apparecchi di ricezione, saranno tenute a pagare il canone, la norma entrata in vigore quest’anno ha modificato i requisiti.

Assoggettamento ed esenzione
I chiamati in causa per il pagamento del canone, secondo la Legge federale sulla radiotelevisione sono le imprese contribuenti Iva in Svizzera (con sede, domicilio o stabilimento d’impresa in Svizzera) che muovono capitali a livello mondiale pari o superiore ai 500.000 franchi all’anno. La norma prevede che l’Amministrazione federale delle contribuzioni (Afc) invii loro una fattura annuale.
Non rientrano tra quelle soggette al canone le imprese senza sede, domicilio o stabilimento d’impresa in Svizzera e quelle che realizzano un volume d’affari complessivo inferiore a 500.000 franchi l’anno. A questo proposito sarà da considerare per il calcolo il fatturato dell’anno precedente.
È rilevante definire il giro d’affari delle imprese perché determina l’ammontare del canone annuo.
Il riferimento per questo primo anno di riscossione ci si basa sull’anno 2017.
 
Fatturazione
L’Afc spedirà la fattura annuale tra febbraio e ottobre, non appena riceverà i dati sul volume d’affari. Nel 2019, come primo anno di riscossione, le fatture saranno spedite a gennaio. Il canone è esigibile 60 giorni dopo la fatturazione.
Le aziende che hanno accesso a AFC SuisseTax e hanno attivato l’area canone RTV per le imprese (CI RTV), riceveranno la fattura online, alle altre sarà trasmessa per posta.
 
Rimborso
Secondo la norma, le imprese che realizzano un utile basso possono chiedere il rimborso del canone solo se soddisfano le seguenti tre condizioni: aver pagato il canone dovuto per le imprese (pari a 365 franchi); rientrare come impresa nella categoria tariffaria più bassa (cifra d’affari complessiva compresa tra 500.000 e 999.999 franchi); dimostrare di avere un guadagno di dieci volte inferiore l’importo del canone (CHF 3.650), o una perdita nell’esercizio per il quale è stato riscosso il canone.
Una richiesta di rimborso del canone per le imprese relativo all’anno 2019, può essere richiesto non prima del 2020, dopo la chiusura della pratica.
 
Come richiedere un rimborso?
Si può presentare la richiesta di rimborso online in modo semplice e rapido sul portale Afc SuisseTax, dove attualmente si sta lavorando per mettere in rete il servizio al più presto.
 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/svizzera-canone-tv-prescinde-dal-possesso-dellapparecchio