Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Ue, Dac 6 e scambio di informazioni.
Posticipati i termini per l’invio dei dati

L’esigenza di differire i termini per lo scambio di informazioni nasce dalle problematiche causate dalla pandemia in corso

Thumbnail

Nel corso della seduta del 19 giugno 2020 il Parlamento europeo ha approvato la direttiva del Consiglio dell’Unione sulla proposta di modifica della Direttiva 2011/16/Ue avanzata dalla Commissione europea, per il rinvio dei termini per la comunicazione e lo scambio di informazioni nel settore fiscale a causa della pandemia di Covid-19.
L’esigenza di posticipare gli obblighi di reporting e di scambio di informazioni nasce dalle problematiche causate dalla pandemia in corso che, specie per via delle misure di confinamento, hanno inciso sulla normale operatività delle istituzioni finanziarie e delle persone tenute a comunicare le informazioni, con conseguente impatto negativo sulla capacità delle amministrazioni fiscali di raccogliere e trattare i dati.
Alcuni Stati membri, pertanto, hanno chiesto il rinvio dei termini previsti dalla disciplina sullo scambio automatico di informazioni sui conti finanziari di cui alla Dir. 2014/107/Ue (DAC 2) e sui meccanismi (schemi, accordi o progetti) transfrontalieri soggetti all'obbligo di notifica previsti dalla Dir. n. 2018/822 del Consiglio (DAC 6).
Nell’accogliere l’invito, il Consiglio dell’Unione ha tuttavia precisato che, vista l’eccezionalità della situazione, lo slittamento del calendario dovrebbe avere una durata limitata del tempo proporzionale alle difficoltà connesse all’emergenza, al fine di non depotenziare gli sforzi delle Amministrazioni finanziarie degli Stati membri nella lotta contro l'elusione e l'evasione fiscale .

Queste le modifiche contenute nella proposta della Commissione approvata dal Parlamento:

  • il termine per lo scambio automatico di informazioni sui conti finanziari relativo al 2019 è stato posticipato fino al 31 dicembre 2020 (il precedente termine era il 30 settembre 2020);
  • gli intermediari e i contribuenti comunicheranno le informazioni sui meccanismi transfrontalieri soggetti all'obbligo di notifica, la cui prima fase è stata attuata tra il 25 giugno 2018 e il 30 giugno 2020, entro il 30 novembre 2020 (invece del 31 agosto 2020);
  • nell’ipotesi in cui il promoter abbia messo a diposizione per l’attuazione il meccanismo (o il service provider abbia fornito assistenza) nel periodo compreso dal 1º luglio 2020 al 1º ottobre 2020, il termine di 30 giorni per la comunicazione delle informazioni decorre dal 1º ottobre 2020 (invece del 1° luglio 2020);
  • il primo scambio di informazioni sui meccanismi transfrontalieri avverrà entro il 31 gennaio 2021 (invece del 31 ottobre 2020).

Inoltre, se durante il periodo del rinvio gli Stati membri dovessero adottare nuove misure di confinamento per rischi legati alla salute pubblica, la Commissione potrà prorogare ulteriormente i termini per la comunicazione e lo scambio di informazioni per un massimo di tre mesi.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/ue-dac-6-e-scambio-informazioni-posticipati-termini-linvio