Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Ue: l’aula del Parlamento approva
la relazione Tax3 su evasione ed elusione

Via libera al testo redatto dalla Commissione speciale per i reati fiscali. I deputati chiedono una forza europea di polizia finanziaria

Thumbnail

Il Parlamento europeo ha approvato le raccomandazioni frutto di un anno di lavoro della Commissione speciale sui reati finanziari, evasione ed elusione fiscale (Tax3). Il voto in sede plenaria si è chiuso con 505 voti favorevoli, 87 astensioni e 63 voti contrari e stabilisce una tabella di marcia dettagliata verso una tassazione più equa e una più efficace lotta contro i reati fiscali. Semaforo verde da Strasburgo quindi per mettere in agenda parlamentare la revisione degli strumenti per affrontare le frodi, l'evasione e l'elusione fiscale. Per i parlamentari, la Commissione europea dovrebbe avviare senza indugio i lavori su una proposta volta a istituire una forza di polizia finanziaria europea e una intelligence finanziaria Ue. Ma non solo. Nella roadmap di fine marzo rientrano anche l’istituzione di un organismo di controllo antiriciclaggio dell'UE e la richiesta di fare maggiore ricorso alle convenzioni fiscali multilaterali abbandonando il modello di accordo bilaterale.

Le critiche della relazione
Il voto parlamentare ha confermato il sostegno al lavoro svolto dalla Commissione parlamentare speciale sui reati finanziari, l’evasione fiscale e l’elusione fiscale del Parlamento Europeo (Tax3). Con il voto, Strasburgo ha confermato le critiche rivolte dai membri della Tax3 a sette paesi dell'Ue (Belgio, Cipro, Ungheria, Irlanda, Lussemburgo, Malta e Paesi Bassi) che presentano alcune  caratteristiche che facilitano le pianificazioni fiscali aggressive. In particolare nella relazione si legge che i Paesi Bassi, agevolando queste pianificazioni, privano gli altri Stati membri di un importo stimato intorno agli 11,2 miliardi di euro di gettito fiscale. Un altro punto debole evidenziato è quello dei regimi che permettono visti e passaporti in base agli investimenti effettuati nei Paesi (è il caso di Malta e Cipro). Infine, per il Parlamento europeo gli informatori e i giornalisti investigativi dovrebbero essere aiutati e protetti in maniera migliore, se possibile attraverso l’istituzione di un fondo europeo che sostenga i loro sforzi.

Le nuove sfide secondo il Parlamento europeo 
Il calendario di proposte per affrontare i reati di natura fiscale e garantire una tassazione equa nell’Ue, è il frutto dell’impegno della Commissione Tax3 costituita il 1° marzo 2018 in seguito ai casi LuxLeaks e Panama Papers. In occasione della seduta plenaria che ha approvato le raccomandazioni contenute nel documento parlamentare, il deputato correlatore Jeppe Kofod ha ribadito che “questa relazione è il risultato del lavoro più completo mai svolto dal Parlamento europeo sull'evasione e sull'elusione fiscale”, auspicando l’introduzione di un'aliquota minima europea per le imposte sui redditi delle società, in modo da porre fine ai casi di concorrenza fiscale tra gli Stati membri dell’Unione europea.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/ue-laula-del-parlamento-approva-relazione-tax3-evasione-ed